Burocrazia

Annotazione nominativo locatario Art. 94 bis – Codice della strada

a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 94 bis c.d.s., le confermiamo che per veicoli già in flotta alla data del 3 Novembre non è previsto alcun obbligo di comunicazione all’Archivio Nazionale dei Veicoli né aggiornamento del libretto di circolazione.

L’obbligo di comunicazione delle generalità del locatario, del veicolo e della scadenza del contratto di locazione a lungo termine è, invece, previsto per tutti i nuovi contratti firmati a partire dal 3 Novembre.

La normativa prevede che l’onere resti a carico del locatario (chi sottoscrive il contratto di noleggio) che quindi è soggetto alle sanzioni previste dalla circolare in caso di mancato adempimento.

La comunicazione all’ANV non comporta, tuttavia, per il noleggio a lungo termine, in alcun modo né  l’aggiornamento della carta di circolazione né l’obbligo di conservazione a bordo del veicolo di alcuna ricevuta attestante l’avvenuto adempimento.

Pertanto, nel caso in cui il veicolo utilizzato in noleggio a lungo termine venga sottoposto ad un controllo da parte delle forze dell’ordine, suggeriamo di far esibire il verbale di consegna della società di noleggio, il tesserino aziendale e una lettera di assegnazione in uso del veicolo.

Per tutti i veicoli già consegnati alla data del 3 Novembre, suggeriamo di presentare alle forze dell’ordine copia del contratto di locazione che attesti l’avvenuta sottoscrizione in data anteriore al 3 novembre stesso (specifichiamo che la normativa non indica nessun obbligo in tal senso né viene indicato alcun tipo di documento da produrre).

Cancellazione sul SIC di CRIF

Cancellazione in SIC di CRIF

Cancellazione in SIC di CRIF

Consigli utili sulla cancellazione

Prima di richiedere la cancellazione dei tuoi dati sul SIC di CRIF ti suggeriamo di inviare la domanda di accesso ai dati in modo da poter valutare in anticipo quali rapporti di credito verrebbero eliminati inoltrando la richiesta di cancellazione. La richiesta di cancellazione potrà essere accolta solo per quei finanziamenti con rimborsi regolari. CRIF provvederà alla cancellazione dei dati positivi entro 90 giorni dalla tua richiesta, come previsto dell’art. 6, comma 7 del “Codice di deontologia e di buona Condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti”. Continua la lettura

Qual è il trattamento fiscale per le auto utilizzate per fini pubblicitari?

Auto e pubblicità

Auto e pubblicità

Si tratta dei veicoli immatricolati a “uso pubblicitario” con un allestimento fisso pubblicitario. Non sono considerati veicoli pubblicitari, da un punto di vista fiscale, quelli sui quali vengono apposte scritte o serigrafie pubblicitarie. Le scritte pubblicitarie non modificano né il regime dei costi deducibili né il regime di recuperabilità dell’IVA nei confronti dei predetti automezzi.
https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Cosa si intende per “veicoli non assegnati”?

Cosa si intende per “veicoli non assegnati”?

Cosa si intende per “veicoli non assegnati”?

Si tratta dei veicoli con costi parzialmente deducibili. In particolare tutte le spese e gli altri componenti negativi -sia di acquisto che di impiego- relativi ai mezzi di trasporto, possono essere dedotti nella misura del 40%, per quei veicoli il cui utilizzo è diverso da quello esclusivamente strumentale nell’attività propria dell’impresa, e non risultano assegnati in fringe benefit a dipendenti.
Nel caso di veicoli in noleggio, la suddetta percentuale di deducibilità si applica:
sulla quota finanziaria, fino a un limite di €/anno 3.615 (autovetture), 775 (motocicli) o 413 (ciclomotori);
sulla quota servizi, senza limiti di importo
https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Cosa si intende per fringe benefit ? – noleggio lungo termine

fringe benefit noleggio lungo termine

fringe benefit noleggio lungo termine

Cosa si intende per fringe benefit?  – noleggio lungo termine
Il legislatore definisce tali tutti quei “valori” scaturenti dal rapporto di lavoro, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali. Tuttavia, per alcune tipologie di benefit e, segnatamente, per quelle indicate al comma 4 dell’articolo 51 del TUIR, a tale principio generale si sostituisce un criterio forfetario, determinato dal legislatore in via presuntiva. L’ipotesi di concessione in uso promiscuo al dipendente o al collaboratore coordinato dell’autovettura aziendale rientra in quest’ultima fattispecie. In particolare per gli autoveicoli, i motocicli e i ciclomotori concessi in uso promiscuo, si assume il 30% dell’importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15 mila chilometri, calcolato sulla base del costo chilometrico di esercizio desumibile dalle tabelle nazionali de l’Automobile Club d’Italia.
https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Il veicolo “strumentale” può essere utilizzato fuori dall’attività produttiva?

veicolo strumentale noleggio lungo termine

veicolo strumentale noleggio lungo termine

I veicoli qualificabili come “strumentali”, sia per natura che per destinazione, non sono suscettibili di impiego al di fuori dell’attività a cui gli stessi sono destinati, in quanto il Codice della Strada li definisce quali “veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al trasporto delle cose stesse”.
La violazione di tale principio (ad esempio, veicolo commerciale utilizzato per il trasporto di persone non addette all’attività) determina, in caso di controllo da parte delle Autorità fiscali o di P.S., l’applicazione di una sanzione amministrativa fino a € 1.596, più la sospensione della carta di circolazione fino a 6 mesi. Inoltre è possibile una segnalazione all’Agenzia delle Entrate, che potrebbe procedere a effettuare un accertamento fiscale.
https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

In quali casi il veicolo può dirsi “strumentale” all’attività di impresa?

N1 noleggio lungo termine

N1 noleggio lungo termine

Un veicolo è considerato “strumentale” all’attività d’impresa, nell’ipotesi in cui l’attività stessa non possa essere realizzata senza il medesimo. Le autovetture rappresentano beni strumentali all’attività e, pertanto, i relativi costi risultano interamente deducibili, per esempio per le imprese che effettuano attività di noleggio o attività di scuola guida (strumentalità per destinazione).
Un veicolo è considerato “strumentale” per natura, quando è di norma non suscettibile di impiego al di fuori di un’attività produttiva. Rientrano in questa categoria tutti i mezzi cosiddetti ‘commerciali’, incluse le autovetture con immatricolazione in categoria N1, salvo quanto previsto in merito ai cosiddetti ‘finti autocarri’.
In ogni caso, deve comunque essere verificato anche il requisito dell’inerenza del veicolo rispetto all’attività effettivamente esercitata da chi lo utilizza.
N1 noleggio lungo termine
https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

L’annuncio di Renzi “Accorpati Aci e Motorizzazione”

matteo-renzi

matteo-renzi

“Accorpamento di Aci, Pra e Motorizzazione Civile”. Lo ha annunciato il premier, Matteo Renzi, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri convocato alle 16 di oggi. Il provvedimento di riforma della pubblica amministrazione si chiamerà “Sforbicia Italia” e arriverà sul tavolo del governo il 13 giugno.

Il passaggio del Pra alla Motorizzazione… Per il momento non se ne sa di più. Così come è stata annunciata, con quella scarna definizione, la riforma potrebbe concretizzarsi nel trasferimento del Pra alla Motorizzazione civile, non essendo immaginabile il passaggio inverso visti i compiti istituzionali e i dati “sensibili” in possesso della direzione generale del ministero delle Infrastrutture, che è difficile immaginare in mano a un automobile club. Continua la lettura