Mercato

Salone di Parigi 2014 – Renault Espace il monovolume che strizza l’occhio alle Crossover

Le novità di Renault al Salone di Parigi 2014 ruotano attorno alla nuova Renault Espace, monovolume giunta alla quinta generazione che è stata sottoposta a una vera rivoluzione stilistica, tanto da strizzare l’occhio al segmento dei crossover.

Il corpo vettura della nuova Renault Espace è imponente, con una lunghezza di 4,85 metri e un passo di 2,88 metri che fanno di questo modello una soluzione praticamente perfetta per gli spostamenti di una famiglia di medie dimensioni.

L’altezza da terra è aumentata rispetto al passato e alcune soluzioni estetiche, come i passaruota ampi e il disegno delle fiancate, le regalano un senso di “muscolosità” più vicino allo stile dei crossover che a quello offerto dalle monovolume: una diretta conseguenza della piattaforma CFM1 che la Espace condivide con le cugine Nissan Qashqai e X-Trail.

Il parabrezza è fortemente inclinato e sembra quasi in contrasto con l’andamento della coda, contraddistinta invece da un portellone verticale sul quale si fanno notare i gruppi ottici dal disegno originale.

Le dimensioni esterne di tutto rispetto non possono che tradursi in abbondanza di spazio interno e infatti Renault conferma i 7 posti dell’abitacolo. La plancia si “fonde” con il tunnel centrale in un’unica soluzione, mentre il quadro strumenti tradizionale è sostituito da uno schermo a cristalli a liquidi sempre più presente a bordo dei veicoli di nuova generazione.

L’offerta di motori della nuova Renault Espace si basa su tre unità di 1,6 litri a benzina e diesel. Alla base c’è il dCi turbodiesel da 130 cavalli e 320 Nm di coppia, seguito dall’altro dCi ma con doppio turbo, che eroga 160 cavali e 380 Nm, e dal potente TCe a benzina turbo con potenza di 200 cavalli e coppia di 260 Nm. Il cambio del turbodiesel dCi da 130 cavalli è un manuale a sei rapporti, mentre agli altri due motori viene abbinato un Cambio a doppia frizione a sette marce.

Il telaio 4Control della Espace integra una serie di accorgimenti che aumentano la sicurezza. Tra le sua caratteristiche ci sono le Quattro ruote sterzanti attive fino a 80 km/h, oltre alla possibilità di scegliere tra le quattro modalità preimpostate del sistema Multi-Sense che influiscono sul comportamento generale della vettura durante la marcia.

Il controllo elettronico di sospensioni, sterzo, cambio, sonorità del motore e luminosità dell’abitacolo rende la Espace una vettura “intelligente” e attenta ai dettagli, mentre la dotazione accoglie accessori come il Cruise control adattivo, la frenata di emergenza attiva, l’Hill Start Assist, la telecamera per agevolare le manovre in retromarcia, il sistema infotelematico R-Link 2 con schermo touchsceen da 8,7 pollici, il sistema che avvisa in caso non si mantenga la distanza di sicurezza, l’avviso di veicoli nell’angolo cieco e il sistema audio Surround Bose, quest’ultimo disponibile per la prima volta sul modello come accessorio opzionale.

Fonte : motori.it

Fiat 500 X reginetta di Parigi 2014

Il Salone di Parigi ha visto oggi il debutto della Fiat 500X, l’atteso crossover compattoche consentirà al marchio italiano di entrare in un segmento tra i più interessanti del mercato.

La nuova Fiat 500X nasce sulla stessa base della Jeep Renegade e, proprio come l’americana, sarà costruita in Italia, presso lo stabilimento di Melfi in provincia di Potenza, per poi essere distribuita in oltre 100 paesi in tutto il mondo.

Secondo Fiat, il crossover 500X rappresenta la “faccia” matura della famiglia 500, grazie a una linea elegante caratterizzata da elementi che attingono al passato coniugandosi con soluzioni più moderne, capaci di amalgamarsi in un’offerta fatta da due diverse versioni.

Le due “anime” della vettura si dividono in una variante destinata ad un uso più urbano e rivolta a un pubblico giovane e dinamico, mentre l’altra è caratterizzata da uno spirito off-road e quindi pensata per chi non disdegna qualche escursione al di fuori dei soliti percorsi.

Flessibilità e razionalità si notano nell’aspetto della nuova arrivata, che è stata disegnata dal Centro Stile Fiat seguendo criteri di robustezza ed equilibrio. Al centro del progetto ci sono i concetti di sicurezza e comfort racchiusi in un corpo vettura lungo 4,25 metri (4,27 metri la versione “off road”), largo 1,80 metri e alto 1,61 metri, mentre il bagagliaio misura 350 litri.

L’abitacolo presenta materiali di qualità e diversi vani portaoggetti che hanno il fine di aumentare la praticità a bordo, combinando il tutto in sette combinazioni d’interni con vari tipi di rivestimenti in tessuto o pelle in differenti colori.

I motori previsti al lancio della Fiat 500X sono il benzina 1.4 Turbo MultiAir II da 140 cavalli e il diesel 1.6 Multijet II da 120 cavalli, entrambi abbinabili alla trazione anteriore e al cambio manuale a sei velocità, con la possibilità, riservata al 1.4 a benzina, di avere il Cambio automatico a sei marce. Insieme a queste unità c’è anche il 2.0 Multijet da 140 cavalli con trazione integrale e la novità, per un modello Fiat, del Cambio automatico a nove rapporti.

Il costruttore ha già annunciato che più avanti saranno disponibili i motori a benzina 1.6 E-torQ da 110 cavalli (con cambio manuale a cinque marce e trazione anteriore), il 1.4 Turbo MultiAir II da 170 cavalli (con Cambio automatico a nove rapporti e trazione 4×4) e il Tigershark 2.4 da 184 cavalli, propulsore che si posizionerà al vertice dell’offerta e sarà associato al Cambio automatico a nove velocità e alla trazione integrale. Per i diesel la base sarà invece rappresentata dal 1.3 Multijet II da 95 cavalli.

La dotazione della Fiat 500X comprende il selettore di guida “Drive Mood Selector” capace di agire su motore, freni, sterzo e cambio al fine di assicurare sempre il miglior rendimento della vettura in rapporto alle condizioni del percorso su cui sta viaggiando. 

La gamma del crossover cambia da mercato a mercato, arrivando a comprendere accessori come 6 airbag, proiettori anteriori con funzione di luce diurna, fendinebbia con funzione cornering, ESC, Lane Assist, sistema Uconnect con schermo touchscreen da 5 o 6,5 pollici e supporto Bluetooth, porta USB, porta SD e comandi vocali.

A disposizione della clientela ci sono anche il navigatore TomTom integrato in Uconnect Radio Nav, la telecamera posteriore ParkView, il sistema di frenata assistita Brake Control, otto diverse tipologie di cerchi in lega con diametro di 16, 17 o 18 pollici e dodici colorazioni esterne per la carrozzeria.

Fonte : Morori.it

Intel

Intel

Intel

Ecco i piani per auto connessa e guida autonoma

Ricerca, nuove alleanze con Costruttori e filiera, una nuova piattaforma hardware-software espressamente dedicata all’auto connessa. Dopo aver investito, nel 2012, 100 milioni di dollari nel futuro delle quattro ruote (guida autonoma inclusa), Intel si appresta a fare un altro passo verso le tecnologie che collegheranno i veicoli all’Internet delle cose.

L’hardware. La strategia del colosso americano per l’industria automotive è stata presentata questo pomeriggio da Doug Davis, Corporate vice presidente general manager della divisione che si occupa dell’Internet of things. La prima novità è l’arrivo di Intel In-Vehicle Solutions, una famiglia di hardware e software per l’auto connessa che andranno a costituire un’unica piattaforma pronta per essere integrata nei veicoli: basata su un processore Atom E3800, la nuova architettura – scalabile in base alle esigenze dei Costruttori – sarà in grado di gestire grafica, connettività e multimedia (con video HD fino a 1080p e Dolby 5.1). Continua la lettura

BMW leader del mercato del lusso

BMW leader del mercato del lusso

BMW leader del mercato del lusso

Nonostante il pressing di Audi e Mercedes, anche nel primo trimestre 2014 la casa di Monaco mantiene saldamente il primato.

Un primo trimestre che segna un incremento di vendite superiore al 12% (+ 17% a marzo) e 428.259 veicoli venduti, vale a dire 15.409 più di Audi, cresciuta appena meno delle stessa percentuale, e 53.983 più di Mercedes, cresciuta del 15% grazie al successo di Classe A. Continua la lettura

Nuova Renault Twingo – Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Nuova Renault Twingo -  Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Nuova Renault Twingo – Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Partiamo, per una volta, da quello che non s’è visto. Della Twingo di attuale generazione, nel primo “hands on” italiano dedicato alla prossima serie della piccola Renault, non c’era nemmeno l’ombra. Ci vuole qualche minuto per notarne l’assenza, frutto di un processo di rimozione volontario, ma poi l’elisione, completa e studiata, emerge con grande chiarezza.

Le progenitrici. Circondati di coloratissimi esemplari del nuovo modello, notiamo tuttavia numerosi riferimenti al passato. Ci sono i modellini della prima Twingo, sui muri scorrono le immagini della R5 e della sua variante Turbo (che della futura citycar costituisce un importante precedente stilistico), né mancano gli omaggi alla Dauphine e alla 4CV, esempi celebri – ma molto lontani nel tempo – di Renault a motore posteriore. Continua la lettura

Nissan Pulsar – noleggio lungo termine

Nissan Pulsar - Torna la berlina di classe media

Nissan Pulsar – Torna la berlina di classe media

Torna la berlina di classe media

Nel 2006, la Nissan aveva lasciato l’Almera senza eredi per lanciare la Qashqai, la crossover di classe media che sarebbe poi diventata un fenomeno commerciale strepitoso, e ora, otto anni più tardi, rientra nel cosiddetto Segmento C con la nuova Pulsar, una classica hatchback a cinque porte che sarà prodotta nello stabilimento di Barcellona, in Spagna, e che arriverà il prossimo autunno.

Dimensioni. La nuova Pulsar, che eredita un nome già utilizzato dalla Nissan sugli altri mercati per questa categoria di modelli, è lunga 4.385 mm e ha un passo di 2,7 metri: secondo la nota diramata dalla Casa, la vettura avrebbe tra i suoi punti di forza proprio l’abitabilità interna, in particolare per gambe e spalle di chi siede dietro. Continua la lettura

Audi Q5: arrivano due nuovi motori diesel – noleggio Lungo termine

Audi Q5 noleggio lungo termine

Audi Q5 noleggio lungo termine

Audi aggiunge due nuovi motori a gasolio alla gamma della Q5, con il 2.0 TDI Clean Diesel da 190 cavalli che si pone al vertice dell’offerta.

Saranno gradite ai sostenitori della propulsione a Gasolio le novità che riguardano la Audi Q5, che vede aggiungersi al proprio listino due nuove motorizzazioni diesel, entrambe dotate di Sovralimentazione e in regola con le normative antinquinamento Euro 6.

Il SUV tedesco è adesso abbinabile al motore 2.0 TDI Clean Diesel da 190 cavalli, un’unità offerta sia con il cambio manuale a 6 rapporti che con l’automatico S tronic a 7 velocità sugli allestimenti base, Advanced, Business e Business Plus.

Le prestazioni dichiarate da Audi indicano una velocità di punta di 210 km/h, mentre l’accelerazione da 0 a 100 km/h è coperta in 8,4 secondi e i consumi nel ciclo misto sono di 5,7 litri ogni 100 km. Le emissioni di CO2 non superano invece i 149 g/km.

L’altra novità della Audi Q5 è il turbodiesel 2.0 TDI da 163 cavalli proposto esclusivamente insieme alcambio S tronic. In questo caso la velocità massima è di 196 km/h, con uno scatto da 0 a 100 km/h di 9,7 secondi e consumi ed emissioni rispettivamente di 5,7 litri ogni 100 km e 149 g/km: dati perfettamente identici a quanto dichiarato per l’altra unità appena entrata in listino.

prezzi per accedere al 2.0 TDI Clean Diesel partono da 43.900 euro, mentre per la Audi Q5 2.0 TDI da 163 cavalli con cambio S tronic e trazione integrale quattro sono necessari almeno 45.050 euro. Ottima soluzione per il noleggio lungo termine.

Fonte : Motori.it

https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Le dieci best seller del primo trimestre – Noleggio Lungo Termine

Fiat panda noleggio lungo termine

Fiat panda noleggio lungo termine

Le dieci best seller del primo trimestre – Noleggio Lungo Termine

Ha perso qualche migliaio di unità rispetto all’anno scorso, ma è rimasta ampiamente in testa: anche nei primi tre mesi del 2014, la Fiat Panda si è confermata il modello di gran lunga più venduto in Italia. Dati Unrae alla mano, la citycar di Pomigliano è stata commercializzata in 28.012 esemplari, laddove nello stesso periodo del 2013 il pallottoliere s’era fermato a quota 29.761.

Punto in calo, ma ancora seconda. Lo slittamento, pari al -6,2%, non ha inciso significativamente sul divario che separa le prime due in classifica: la Punto, seconda assoluta, ha totalizzato 17.083 immatricolazioni in questo avvio di 2014, anch’essa in calo (-5%) rispetto al primo trimestre dell’anno precedente, quando aveva raggiunto quota 17.949 unità.

Fenomeno 500L. La notizia più incoraggiante per la Fiat è quella che riguarda l’ultimo gradino del podio, dove s’è stabilmente insediata la 500L: la multispazio costruita a Kragujevac ha raggiunto le 15.542 immatricolazioni, registrando un vero e proprio boom rispetto al primo trimestre 2013, quando era stata venduta in 11.908 unità. L’incremento per questo modello è stato pari al +30,5% in un anno. Continua la lettura