Tutte

Annotazione nominativo locatario Art. 94 bis – Codice della strada

a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 94 bis c.d.s., le confermiamo che per veicoli già in flotta alla data del 3 Novembre non è previsto alcun obbligo di comunicazione all’Archivio Nazionale dei Veicoli né aggiornamento del libretto di circolazione.

L’obbligo di comunicazione delle generalità del locatario, del veicolo e della scadenza del contratto di locazione a lungo termine è, invece, previsto per tutti i nuovi contratti firmati a partire dal 3 Novembre.

La normativa prevede che l’onere resti a carico del locatario (chi sottoscrive il contratto di noleggio) che quindi è soggetto alle sanzioni previste dalla circolare in caso di mancato adempimento.

La comunicazione all’ANV non comporta, tuttavia, per il noleggio a lungo termine, in alcun modo né  l’aggiornamento della carta di circolazione né l’obbligo di conservazione a bordo del veicolo di alcuna ricevuta attestante l’avvenuto adempimento.

Pertanto, nel caso in cui il veicolo utilizzato in noleggio a lungo termine venga sottoposto ad un controllo da parte delle forze dell’ordine, suggeriamo di far esibire il verbale di consegna della società di noleggio, il tesserino aziendale e una lettera di assegnazione in uso del veicolo.

Per tutti i veicoli già consegnati alla data del 3 Novembre, suggeriamo di presentare alle forze dell’ordine copia del contratto di locazione che attesti l’avvenuta sottoscrizione in data anteriore al 3 novembre stesso (specifichiamo che la normativa non indica nessun obbligo in tal senso né viene indicato alcun tipo di documento da produrre).

Tom Tom sulla Linea Smart Fortwo e Forfour

Tom Tom / Smart

Tom Tom / Smart

Salone di Parigi, 3 ottobre 2014.TomTom annuncia oggi l’accordo con Daimler per la fornitura del suo sistema di navigazione sui veicoli della linea Smart. Il sistema di infotainment“Smart Media” sarà equipaggiato con il software di navigazione TomTom, le mappe più precise e accurate e tre anni di TomTom Traffic. Le nuove Smart saranno equipaggiate col sistema TomTom a partire dalla fine del 2014 per quanto riguarda l’Europa, e a partire dal 2015 negli Stati Uniti e in Cina.

Il sistema di navigazione TomTom con uno schermo touch screen 7″, il riconoscimento vocale e la possibilità di integrazione con gli smartphone, fornirà a tutti gli automobilisti a bordo di una Smart il miglior sistema di infotainment.

TomTom ha una visione davvero unica e completa della situazione sulla rete viaria grazie a oltre cinque miliardi di misurazioni del flusso del traffico al giorno e 200.000 nuovi dati inseriti nelle mappe  ogni mese. L’elaborazione e la condivisione di queste informazioni con gli automobilisti attraverso un sistema di facile utilizzo ha reso TomTom leader mondiale nel settore della navigazione. Combinando questi dati con la grande esperienza di TomTom i produttori automobilistici possono oggi realizzare sistemi di infotainment competitivi in grado di rispondere alle esigenze di chi macina chilometri e chilometri ogni giorno.

“È davvero una grande soddisfazione estendere la nostra partnership con Daimler”, afferma Jan-Maarten de Vries, VP di Automotive di TomTom“Sappiamo che le case automobilistiche prestano sempre una maggiore attenzione alla creazione di sistemi di infotainment in grado di offrire un’esperienza senza precedenti a tutti gli automobilisti. Siamo convinti che la comprensione dei desideri dei consumatori unita alla nostra esperienza nell’ambito delle mappe digitali, dei software di navigazione e dei servizi di traffico in tempo reale possano confermare TomTom un partner chiave per i principali produttori di automobili al mondo”.

L’implementazione dei sistemi di navigazione TomTom inizierà sulle linee Smart Fortwo e Forfour

Fonte : Fleetblog.it

Profumo di made in Italy, stile e classe. Fiat 500X

Profumo di Italia; profumo di made in Italy; profumo di storia, tradizione, stile e classe: è la Fiat 500X, per un noleggio a lungo termine italiano, che segna l’evoluzione del brand e della tecnologia attraverso la maturità del suo DNA.  Erede della Fiat 500 del 1957 – chiara la citazione stilistica dei fari stondati e del classico logo con baffo cromato sul frontale – il nuovo crossover Fiat amplia la famiglia 500 composta dai modelli 500, 500C, 500L, 500L Trekking e 500L Living: vetture molto diverse per vocazione e carattere, ma che condividono la stessa matrice, l’iconica Fiat 500. Il segno “X” rappresenta l’elemento esponenziale, crocevia tra segmenti molto diversi tra loro, ciascuno popolato da giovani e persone mature, amanti della bellezza e attenti al carattere. Sono persone dinamiche, con una vita sociale attiva e che coltivano passioni e interessi differenti. Eppure in comune hanno la stessa voglia di godersi un’esperienza di guida appagante e di esprimere la propria personalità attraverso uno stile distintivo. Per tutti loro oggi c’è una risposta chiara ed esaustiva: Fiat 500X.

Dalla spiccata personalità e dal design Made in Italy, la nuova vettura si caratterizza per le doti diflessibilità, razionalità e qualità insite nelle sue dimensioni compatte, nell’ampio spazio interno e nella scelta dei materiali e tessuti premium, oltre che per la tecnologia più sofisticata al servizio della sicurezza, del comfort e del benessere a bordo. L’aspetto solido e robusto della vettura trova il suo perfetto equilibrio stilistico nella linea armoniosa che si esprime in dimensioni ideali per i clienti che ricercano il comfort, lo spazio e le dotazioni tipiche delle berline compatte. Allo stesso tempo, la 500X “strizza l’occhio” anche a coloro che quotidianamente devono affrontare il traffico urbano grazie alle sue dimensioni contenute: è infatti lunga 4 metri e 25 centimetri (2 cm in più sulla versione  adatta al tempo libero), larga 180 centimetri e alta 161 centimetri (in presenza di barre portatutto o trazione integrale le misure sono rispettivamente 161 e 162 cm).

Al lancio saranno disponibili il 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV (trazione anteriore e cambio manuale a sei rapporti), il 1.6 MultiJet II da 120 CV (cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore) e 2.0 MultiJet II da 140 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale). Successivamente la gamma si completerà con i propulsori benzina 1.6 “E-torQ” da 110 CV (cambio manuale a cinque rapporti e trazione anteriore), 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale) e il potente Tigershark 2.4 da 184 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale).

Il crossover 500X è la prima vettura Fiat a proporre la trasmissione automatica a nove rapporti. Questo cambio, abbinato al benzina 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV  e al turbodiesel 2.0 MultiJet II da 140 CV, offre numerosi vantaggi tra cui una grande capacità di ripresa e un’erogazione fluida della potenza. Controllata elettronicamente, la nuova trasmissione automatica a nove rapporti è provvista di mappatura “shift-on-the-fly”, con possibilità di passare alla modalità manuale-sequenziale.

La nuova Fiat 500X è disponibile sia nella configurazione a due ruote motrici (e qui la definiamo prettamente crossover compatta) sia in quella a quattro ruote motrici (divenendo un piccolo Suv, a nostro modo di vedere). Peculiarità della trazione integrale del nuovo crossover Fiat è l’adozione del sistema di disconnessione dell’asse posteriore che consente di ridurre le perdite di energia dovute al trascinamento quando non è necessario utilizzare la modalità integrale, garantendo così una maggiore efficienza nei consumi. Unica vettura del segmento a proporla, insieme alla Jeep Renegade, la disconnessione dell’asse posteriore permette di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.

Per il noleggio a lungo termine, segnaliamo sofisticati sistemi Uconnect della 500X, con schermo touchscreen da 5″ o da 6,5”. Entrambe le versioni prevedono l’interfaccia Bluetooth, connettore Aux-in, porta USB, porta SD e comandi vocali. In più, il dispositivo Uconnect 5″ Radio Nav 5” offre navigazione TomTom 2,5D, mentre Uconnect Radio Nav 6,5″ è dotato di navigazione satellitare con mappe in 3D, indicazioni progressive sul percorso e funzione ‘One Shot Voice Destination Entry’ per inserire l’indirizzo con i comandi vocali. Dal touchscreen a colori il guidatore può accedere a tutte le funzionalità principali: dalla radio analogica e digitale (DAB) fino a tutti i supporti multimediali (mediaplayer, iPod, iPhone, smartphone) collegabili  attraverso la porta USB e il connettore Aux-in o utilizzando lo streaming audio Bluetooth. Il tutto gestito direttamente dai comandi sul volante in modo da non distogliere lo sguardo o le mani dal volante stesso. Inoltre, il nuovo sistema Uconnect Live permette al cliente – attraverso l’integrazione con il suo smartphone – di usare numerose  app sul sistema di bordo in modo da essere sempre in contatto con gli amici su Facebook e Twitter; ascoltare milioni di tracce musicali con Deezer e oltre 100mila stazioni radio con TuneIn ; essere aggiornato in tempo reale con le notizie di Reuters e avere informazioni sul traffico, speed cameras, autovelox e meteo grazie ai servizi Live di TomTom.

Fonte: Fleetblog.it

Salone di Parigi 2014 – Renault Espace il monovolume che strizza l’occhio alle Crossover

Le novità di Renault al Salone di Parigi 2014 ruotano attorno alla nuova Renault Espace, monovolume giunta alla quinta generazione che è stata sottoposta a una vera rivoluzione stilistica, tanto da strizzare l’occhio al segmento dei crossover.

Il corpo vettura della nuova Renault Espace è imponente, con una lunghezza di 4,85 metri e un passo di 2,88 metri che fanno di questo modello una soluzione praticamente perfetta per gli spostamenti di una famiglia di medie dimensioni.

L’altezza da terra è aumentata rispetto al passato e alcune soluzioni estetiche, come i passaruota ampi e il disegno delle fiancate, le regalano un senso di “muscolosità” più vicino allo stile dei crossover che a quello offerto dalle monovolume: una diretta conseguenza della piattaforma CFM1 che la Espace condivide con le cugine Nissan Qashqai e X-Trail.

Il parabrezza è fortemente inclinato e sembra quasi in contrasto con l’andamento della coda, contraddistinta invece da un portellone verticale sul quale si fanno notare i gruppi ottici dal disegno originale.

Le dimensioni esterne di tutto rispetto non possono che tradursi in abbondanza di spazio interno e infatti Renault conferma i 7 posti dell’abitacolo. La plancia si “fonde” con il tunnel centrale in un’unica soluzione, mentre il quadro strumenti tradizionale è sostituito da uno schermo a cristalli a liquidi sempre più presente a bordo dei veicoli di nuova generazione.

L’offerta di motori della nuova Renault Espace si basa su tre unità di 1,6 litri a benzina e diesel. Alla base c’è il dCi turbodiesel da 130 cavalli e 320 Nm di coppia, seguito dall’altro dCi ma con doppio turbo, che eroga 160 cavali e 380 Nm, e dal potente TCe a benzina turbo con potenza di 200 cavalli e coppia di 260 Nm. Il cambio del turbodiesel dCi da 130 cavalli è un manuale a sei rapporti, mentre agli altri due motori viene abbinato un Cambio a doppia frizione a sette marce.

Il telaio 4Control della Espace integra una serie di accorgimenti che aumentano la sicurezza. Tra le sua caratteristiche ci sono le Quattro ruote sterzanti attive fino a 80 km/h, oltre alla possibilità di scegliere tra le quattro modalità preimpostate del sistema Multi-Sense che influiscono sul comportamento generale della vettura durante la marcia.

Il controllo elettronico di sospensioni, sterzo, cambio, sonorità del motore e luminosità dell’abitacolo rende la Espace una vettura “intelligente” e attenta ai dettagli, mentre la dotazione accoglie accessori come il Cruise control adattivo, la frenata di emergenza attiva, l’Hill Start Assist, la telecamera per agevolare le manovre in retromarcia, il sistema infotelematico R-Link 2 con schermo touchsceen da 8,7 pollici, il sistema che avvisa in caso non si mantenga la distanza di sicurezza, l’avviso di veicoli nell’angolo cieco e il sistema audio Surround Bose, quest’ultimo disponibile per la prima volta sul modello come accessorio opzionale.

Fonte : motori.it

Fiat 500 X reginetta di Parigi 2014

Il Salone di Parigi ha visto oggi il debutto della Fiat 500X, l’atteso crossover compattoche consentirà al marchio italiano di entrare in un segmento tra i più interessanti del mercato.

La nuova Fiat 500X nasce sulla stessa base della Jeep Renegade e, proprio come l’americana, sarà costruita in Italia, presso lo stabilimento di Melfi in provincia di Potenza, per poi essere distribuita in oltre 100 paesi in tutto il mondo.

Secondo Fiat, il crossover 500X rappresenta la “faccia” matura della famiglia 500, grazie a una linea elegante caratterizzata da elementi che attingono al passato coniugandosi con soluzioni più moderne, capaci di amalgamarsi in un’offerta fatta da due diverse versioni.

Le due “anime” della vettura si dividono in una variante destinata ad un uso più urbano e rivolta a un pubblico giovane e dinamico, mentre l’altra è caratterizzata da uno spirito off-road e quindi pensata per chi non disdegna qualche escursione al di fuori dei soliti percorsi.

Flessibilità e razionalità si notano nell’aspetto della nuova arrivata, che è stata disegnata dal Centro Stile Fiat seguendo criteri di robustezza ed equilibrio. Al centro del progetto ci sono i concetti di sicurezza e comfort racchiusi in un corpo vettura lungo 4,25 metri (4,27 metri la versione “off road”), largo 1,80 metri e alto 1,61 metri, mentre il bagagliaio misura 350 litri.

L’abitacolo presenta materiali di qualità e diversi vani portaoggetti che hanno il fine di aumentare la praticità a bordo, combinando il tutto in sette combinazioni d’interni con vari tipi di rivestimenti in tessuto o pelle in differenti colori.

I motori previsti al lancio della Fiat 500X sono il benzina 1.4 Turbo MultiAir II da 140 cavalli e il diesel 1.6 Multijet II da 120 cavalli, entrambi abbinabili alla trazione anteriore e al cambio manuale a sei velocità, con la possibilità, riservata al 1.4 a benzina, di avere il Cambio automatico a sei marce. Insieme a queste unità c’è anche il 2.0 Multijet da 140 cavalli con trazione integrale e la novità, per un modello Fiat, del Cambio automatico a nove rapporti.

Il costruttore ha già annunciato che più avanti saranno disponibili i motori a benzina 1.6 E-torQ da 110 cavalli (con cambio manuale a cinque marce e trazione anteriore), il 1.4 Turbo MultiAir II da 170 cavalli (con Cambio automatico a nove rapporti e trazione 4×4) e il Tigershark 2.4 da 184 cavalli, propulsore che si posizionerà al vertice dell’offerta e sarà associato al Cambio automatico a nove velocità e alla trazione integrale. Per i diesel la base sarà invece rappresentata dal 1.3 Multijet II da 95 cavalli.

La dotazione della Fiat 500X comprende il selettore di guida “Drive Mood Selector” capace di agire su motore, freni, sterzo e cambio al fine di assicurare sempre il miglior rendimento della vettura in rapporto alle condizioni del percorso su cui sta viaggiando. 

La gamma del crossover cambia da mercato a mercato, arrivando a comprendere accessori come 6 airbag, proiettori anteriori con funzione di luce diurna, fendinebbia con funzione cornering, ESC, Lane Assist, sistema Uconnect con schermo touchscreen da 5 o 6,5 pollici e supporto Bluetooth, porta USB, porta SD e comandi vocali.

A disposizione della clientela ci sono anche il navigatore TomTom integrato in Uconnect Radio Nav, la telecamera posteriore ParkView, il sistema di frenata assistita Brake Control, otto diverse tipologie di cerchi in lega con diametro di 16, 17 o 18 pollici e dodici colorazioni esterne per la carrozzeria.

Fonte : Morori.it

Pianificare i costi della flotta e le componenti contrattuali

Quotazioni auto - Maximulta dell'AntitrustPianificare i costi della flotta e le componenti contrattuali

In particolare, la manovra dei costi totali della flotta prevede interventi su queste quattro direttrici: i modelli ordinabili, i servizi richiesti, le regole contenute nella car policy, la gestione del processo. Pertanto ogni intervento su ciascuno dei componenti del costo totale deve essere valutato anche in relazione agli effetti che produce sugli altri. Per esempio, la decisione di variare la policy di gestione del carburante, introducendo un sistema di fuel card elettronica, gestita dal noleggiatore a lungo termine, potrebbe produrre i seguenti effetti: aumento del costo dei servizi, per coprire la gestione delle fuel card; riduzione dei costi interni di gestione di processo, perché non è più necessario controllare e contabilizzare le schede carburante cartacee; riduzione dei costi legati alla car policy, perché la reportistica delle fuel card permette di effettuare maggiori controlli e di ridurre gli abusi. Immaginiamo ora un’azione di riduzione di costo basata sul downsizing dei modelli e sull’introduzione di una franchigia per le polizze RC e Kasko. In questo caso registreremo: una riduzione dei costi dei modelli, un aumento dei costi di gestione interni per controllare la corretta applicazione della franchigia, una riduzione del costo dei servizi che si traduce in un minor canone, grazie alla franchigia e, infine, nessuna variazione di costo dovuta alle regole della car policy, che restano invariate. Anche in questo caso, l’effettivo risparmio che si otterrà dalla decisione di ridurre le motorizzazioni e introdurre la franchigia, dovrà essere valutato considerando l’effetto complessivo di tutte le reazioni uguali e contrarie che vengono generate in quel complesso sistema di variabili economiche e di processo che è rappresentato dalla gestione della flotta.
Questa rappresentazione dei diversi componenti di costo e dei loro effetti concatenati di azione e reazione è particolarmente importante per analizzare eventuali decisioni di scorporo o cancellazione di alcuni servizi dal contratto di noleggio.

Fonte : Fleetblog.it

Noleggio lungo termine consolida i primi 8 mesi del 2014 con + 26 %

I dati dei primi 8 mesi del comparto del noleggio a lungo termine continuano a mantenere una performance superiore rispetto allo scorso anno facendo segnare un +26,91% ad agosto col valore del cumulato pari al +26,03% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le immatricolazioni delle società Captive si prendono il principale merito di tale risultato e hanno quasi raggiunto in valore assoluto quelle delle società Top. Leasys, Arval e ALD le prime tre in classifica con Leaseplan che sta tentando di raggiungere ALD. Fuori dai dati esposti in questa tabella, la crescita del mercato totale si attesta al +3,97, con le immatricolazioni a privati che finalmente scavalcano la soglia negativa facendo segnare lo 0,48% sul dato cumulato dello scorso anno.

Fonte : Fleetblog.it

Ford EcoSport: noleggio a lungo termine intelligente

Ford EcoSport:

Ford EcoSport

Tecnologia e connettività. Ecco cosa serve alle auto per restare al passo coi tempi, per catturare le simpatie del pubblico giovane e di quello over 55 ma attratto dalle diavolerie moderne, e per vendere. Ma è anche quello che serve a chi vuole un’auto a noleggio a lungo termine: per questo, parliamo della Ford EcoSport. Intelligente, funzionale, potente ed efficiente. Dotata del sistema SYNC con AppLink, una tecnologia che consente di accedere alle App dello smartphone.

Sicché con la Ford EcoSport si passa dal SUV Sport Utility Vehicle all’ultramoderno SUV Smart Utility Vehicle. SYNC permette èure effettuare e ricevere chiamate e di controllare la musica con l’uso della voce. Quando si riceve un SMS, è sufficiente pronunciare un comando vocale e il SYNC lo leggerà a voce alta. Prezioso per chi usa la vettura per lavoro.  Il computer di bordo integrato fornisce informazioni utili relative alla distanza percorsa, al consumo di carburante, alla velocità e alla temperatura esterna. Indica inoltre l’autonomia, ovvero la distanza che è ancora possibile percorrere con il carburante disponibile. È utile soprattutto per i viaggi lunghi e per pianificare al meglio le soste.

Il SYNC with Emergency Assistance (SYNC – Bluetooth a comando vocale di nuova generazione – chiamata automatica d’emergenza) è la tecnologia che chiama i servizi d’emergenza (112), in caso d’incidente, attraverso il telefono del cliente collegato via Bluetooth. Il SYNC con Emergency Assistance è una tecnologia gratuita, dalla durata illimitata e potenzialmente salva-vita. Nell’eventualità di un incidente con apertura di un airbag o disattivazione della pompa del carburante, questa tecnologia effettua automaticamente una chiamata diretta ai servizi di emergenza: a questo punto, è possibile scegliere di interrompere la chiamata oppure di parlare con gli operatori. Il sistema è in grado di fornire informazioni di importanza cruciale (come le coordinate GPS) anche se il conducente si trova in stato di incoscienza

Gli esterni di Nuova Ford EcoSport si caratterizzano per lo stile moderno, aggressivo, per le linee vigorose e dinamiche e per il design compatto, che le conferiscono grinta e personalità. Grazie ai cerchi in lega, al robusto frontale e alla ruota di scorta posizionata sul retro, questo SUV dal look sportivo si adatta perfettamente sia al contesto cittadino che a quello extraurbano.

Motori: il nuovo e rivoluzionario motore benzina EcoBoost da 1.0 litri e 3 cilindri sviluppa tutta la potenza di un 1.6 benzina convenzionale, riducendo i consumi fino al 24% e abbassando le emissioni di CO2 del 25% (solo 125 g/km). Come riconoscimento della tecnologia avanzata e dell’eccezionale efficienza, il motore benzina EcoBoost ha ricevuto due volte il premio “Engine of the Year”. Inoltre è disponibile anche un motore benzina 1.5 110CV con cambio manuale o automatico Powershift. Con l’opzione diesel TDCi da 1.5 litri 90CV di potenza, i consumi di carburante sono pari a 4.6 l/100 km. Questo motore è disponibile con una trasmissione manuale a cinque velocità che fornisce una coppia elevata ed emissioni di CO2 pari a soli 120 g/km.

Fonte : Fleetbolg.it

 

 

Google Car avrà pedali e volante

Google car

Google car

Contrordine, anche la Google Car avrà i pedali, volante e acceleratore. La legge è legge. Lo stato della California, avendo rilevato l’apprensione diffusa dopo le prime – stupefacenti, senza dubbio –  immagini e video concernenti la guida autonoma, ha preso una decisione.

In linea con quello che auspicava Auto, ma con motivi meno passionali e, giustamente, più pragmatici lo stato della California ha introdotto una nuova legge che permette la circolazione delle auto a guida autonoma a patto che chi è a bordo possa prenderne il controllo, in qualsiasi momento, ovviamente in caso di emergenza.

Non si tratta di mancanza di fiducia nella guida autonoma, perché i testi accuratissimi e numerosi, hanno dimostrato l’efficacia e la sicurezza. E nemmeno di passione per la guida classica, ma più logicamente, di buon senso. I sistemi di controllo e di guida, come qualsiasi altro macchinario, posso rompersi o avere malfunzionamenti. Ecco perché il vecchio e sano comando manuale è da tenere a bordo.

Così la Google Car sarà “umanizzata” e il gigante californiano non ha opposto resistenza, anche perché il modello è ancora allo stato di prototipo. Sulle strade dello stato del sole quindi l’ovetto continuerà a girare e a fare test, ma con volante, acceleratore e pedali.

Fonte : Auto.it

ESODO ESTIVO 2014: TRAFFICO IN “PROFONDO ROSSO”, MA NIENTE BOLLINO NERO

ESODO ESTIVO 2014: TRAFFICO IN “PROFONDO ROSSO”, MA NIENTE BOLLINO NERO

ESODO ESTIVO 2014: TRAFFICO IN “PROFONDO ROSSO”, MA NIENTE BOLLINO NERO

Gli italiani si spostano per pochi giorni, e mediamente per non oltre 100 km. Le previsioni Anas per il traffico estivo 2014, confermano come gli impressionanti spostamenti di massa, che decenni fa intasavano inevitabilmente strade e autostrade, siano ormai consegnati alla storia. Sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria permangono un solo cantiere di 4 km, tra Lauria e Laino Borgo, e una riduzione a tre corsie tra Lagonegro e Scilla. Su tutta la rete Anas, per tutto il periodo estivo, vi saranno solo 5 cantieri in autostrada, cui se ne aggiungono 13 sui raccordi e 184 sulle statali.

 Per garantire la sicurezza stradale l’Anas ha anche esteso la rete di Vergilius: il sistema di controllo della velocità media, già adottato sulle SS Aurelia (Lazio), Domiziana (Campania) e Romea (Emilia-Romagna), opera anche sui primi 52 km della A3 e nella SS Sorrentina (Galleria S. Maria di Pozzano). I maggiori picchi di traffico sono attesi sulla E45, sulla Romea, ai valichi nella zona di Trieste, sulle consolari Aurelia e Appia, sulla statale 16 Adriatica, sulla 106 Jonica, sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, sulla strada statale 125 e sulla strada statale 131 ‘Carlo Felice’, in Sardegna e sulle principali arterie siciliane. Il calendario completo dei giorni di traffico intenso è consultabile su www.stradeanas.it.

Fonte : Automobilismo.it 

 

Rc Auto: polizze troppo care secondo l’Antitrust

Rc auto

Rc auto

Secondo l’autorevole ente, il mercato delle assicurazioni ha bisogno di essere urgentemente riformato per contrastare l’alto costo delle polizze.

prezzi delle assicurazioni automobilistiche italiane sono troppo alte rispetto alla media europea, ed è per questo motivo che risulta necessario un intervento immediato delle istituzioni per risolvere la questione.

L’analisi che delinea l’attuale situazione delle polizze Rc auto in Italia viene descritta nella relazione annuale al Parlamento  stilata dall’Antitrust dove viene ribadito che: “ormai è necessario un intervento di riforma nel mercato delle polizze per la responsabilità civile derivante dalla circolazione di auto e moto”.

L’autorevole ente ha inoltre specificato che in Italia “i prezzi pagati dai consumatori sono tra i più alti d’Europa e la mobilità degli assicurati da una compagnia all’altra è molto bassa”.

Quello delle assicurazioni è uno dei settori che figureranno nella segnalazione per la formazione della legge annuale sulla concorrenza, che verrà definita a breve dall’antitrust. Questa segnalazione per la legge annuale si accinge ad evidenziare che nel campo assicurativo, il quadro normativo ostacola la concorrenza basata sui meriti, mentre favorisce le rendite di posizione.

Fonte : Mototri,it

Dal 1° febbraio sconti sino al 20% per i pendolari sulle autostrade italiane

casello autostradale

casello autostradale

E’ operativo dal 1° febbraio 2014, e durerà sino al 31 dicembre 2015, lo sconto sui pedaggi autostradali per i pendolari. Lo annunciano, a nome del governo, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e, per le concessionarie autostradali, il presidente di Aiscat Fabrizio Palenzona.A tal fine verranno stipulati singoli accordi tra il Ministero e le concessionarie autostradali per disciplinare le specificità di ciascuna.

Chi può usufruire delle agevolazioni tariffarie?
Tutti i possessori di Telepass (con contratti family, business e ricaricabili, abbinati a persone fisiche ed a veicoli di classe A) che abbiano effettuato la registrazione e che utilizzino l’autostrada come pendolari tra due stazioni predefinite, con percorso massimo di 50 chilometri.La percentuale di sconto è proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza (è cioè identica per chi fa pochi chilometri e per chi ne fa fino a 100 in un giorno tra andata e ritorno)

Come si applicano gli sconti?
Sino a 20 transiti mensili non viene applicato nessuno scontoA partire dal 21° transito lo sconto (per tutti e 21 i viaggi effettuati) sarà dell’1% e crescerà linearmente (2% del pedaggio complessivo per 22 transiti effettuati, 3% per 23 viaggi…) fino al 20% del pedaggio complessivo che scatta dopo il 40° transito. Chi fa 41 viaggi, cioè, avrà su tutti e 41 e sino al 46° viaggio (i giorni lavorativi in un mese sono al massimo 23) lo sconto del 20%. Per i transiti successivi al 46° viaggio si paga la tariffa intera.Lo sconto è applicato per un massimo di due viaggi al giorno, compresi i festivi, e non è cumulabile con altre agevolazioni/iniziative di modulazione tariffaria.

Come fare?
Basta andare, a partire indicativamente dal 25 febbraio 2014 (gli sconti sono comunque validi dal 1° febbraio) sul sito Telepass (www.telepass.it>) o sul sito/ufficio della Concessionaria interessata, definendo il percorso che si utilizza abitualmente, indicando il casello di entrata e quello di uscita. Per il sistema aperto – in cui il cliente non effettua la transazione che permette di stabilire da dove si proviene e/o dove si è diretti – il cliente indicherà il casello / la barriera di attraversamento, ad esempio A8 Milano Nord e A12 Roma ovest.
L’elenco dei percorsi di lunghezza inferiore a 50 chilometri sarà reso disponibile presso i siti/uffici di cui sopra.Lo sconto verrà calcolato al termine del mese in cui vengono effettuati i transiti ed applicato nella prima fattura successiva, e sarà retroattivo, cioè partirà dal primo giorno del mese in cui viene fatta la richiesta.
Presentando l’accordo raggiunto con Aiscat, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi ha dichiarato: “Queste agevolazioni sono valide sulla rete autostradale e dureranno fino al 31 dicembre 2015. E’ una realtà e non una promessa. Abbiamo voluto dare un segnale chiaro ai pendolari, una categoria che oggi soffre la crisi economica e sulla quale l’impatto degli aumenti dei pedaggi si faceva sentire in modo significativo”.
Fabrizio Palenzona, presidente di Aiscat, ha aggiunto: “ E’’ una sperimentazione che ci auguriamo raccolga il gradimento della categoria dei pendolari che molto spesso non ha altre alternative per raggiungere il posto di lavoro. Ci auguriamo allevii le loro difficoltà per questo difficile momento”.

Fonte: Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Continental: nuovi pneumatici con sensori di usura

 Continental: nuovi pneumatici con sensori di usura

Continental: nuovi pneumatici con sensori di usura

Continental ha presentato degli pneumatici “intelligenti” dotato di sensori in grado di rilevare l’usura del battistrada.

Gli pneumatici del futuro non si limiteranno ad avvisare il conducente riguardo alla pressione di gonfiaggio, come avviene attualmente, ma saranno anche in grado di fornire indicazioni relative allo stato di usura del battistrada, il quale, per legge, non deve mai essere inferiore a 1,6 millimetri (ma è consigliabile non scendere sotto 3 millimetri per le gomme estive e sotto i 4 millimetri per quelle invernali). Continua la lettura

Audi A3 – noleggio lungo termine

La nuova Audi A3 debutta nel 2012 al Salone di Ginevra. La berlina compatta della casa tedesca è da sempre sinonimo di qualità ed eleganza in pieno stile Audi. Ancora sconosciuti i prezzi della nuova generazione, anche se a giudicare dalla dotazione tecnologica si può star sicuri che la A3 sarà  all’altezza anche questa volta.

Self 3.0: il rifornimento di carburante dallo smartphone

Self 3.0: il rifornimento di carburante dallo smartphone

Self 3.0: il rifornimento di carburante dallo smartphone

Il pieno di carburante diventa “mobile” grazie all’app Self 3.0 presentata da Auriga e Gilbarco.

Anche il rifornimento di carburante sarà fatto in un prossimo futuro per mezzo di uno smartphone o di un tablet e questo sarà possibile grazie a Self 3.0, un’app tutta italiana realizzata da Auriga e Gilbarco e presentata al pubblico alla fiera Oil&nonOil 2014.

Self 3.0 ha l’ambizione di essere un utile strumento per il self-service al distributore, sfruttando la flessibilità dei pagamenti da mobile e le potenzialità concesse dai servizi di geolocalizzazione che sono ormai implementati su tutti gli apparecchi elettronici portatili. Continua la lettura

Blablacar – è vero Boom

blablacar

blablacar

Blablacar, condividere l’auto fa risparmiare soldi ed emissioni

Mettere a disposizione una piattaforma per la condivisione dell’auto su tragitti medio-lunghi. È l’obiettivo di BlaBlaCar, una comunità virtuale attiva in dieci Paesi europei che conta conta più di 5 milioni di iscritti. «Ci sono talmente tante auto in viaggio con una sola persona a bordo che rappresentano uno spreco dal punto di vista economico e ambientale – ha affermato Olivier Bremer, country manager di BlaBlaCar per l’Italia -. Questi posti liberi hanno valore e vanno messi a disposizione di chi approfitterebbe volentieri di questa opzione ma non conosce questa possibilità. Per questo occorreva un mediatore che raccogliesse tutte le offerte di passaggio degli automobilisti e le mettesse a disposizione dei potenziali passeggeri».  Continua la lettura

Crash test Euro NCAP per le microcar: è allarme sicurezza

Crash test microcar: è allarme sicurezza

Crash test microcar: è allarme sicurezza

Euro NCAP ha sottoposto per la prima volta a crash test alcune microcar con risultati che mettono in evidenza una scarsa protezione generale

Gli ultimi crash test di Euro NCAP hanno puntato per la prima volta l’attenzione sullasicurezza delle microcar, mettendo in evidenza come la protezione di questi veicoli sia inferiore a quella assicurata dalle automobili.

Ad essere provati da Euro NCAP sono stati quattro modelli di quadricicli pesanti come la Tazzari Zero, la Ligier IXO JS Line 4 posti, la Club Car Villager 2+2 LSV e la Renault Twizy 80. Le prove di impatto hanno messo in evidenza una protezione talmente precaria per i passeggeri che nel suo comunicato l’ente europeo ha parlato di “gravi problemi di sicurezza“.  Continua la lettura

Intel

Intel

Intel

Ecco i piani per auto connessa e guida autonoma

Ricerca, nuove alleanze con Costruttori e filiera, una nuova piattaforma hardware-software espressamente dedicata all’auto connessa. Dopo aver investito, nel 2012, 100 milioni di dollari nel futuro delle quattro ruote (guida autonoma inclusa), Intel si appresta a fare un altro passo verso le tecnologie che collegheranno i veicoli all’Internet delle cose.

L’hardware. La strategia del colosso americano per l’industria automotive è stata presentata questo pomeriggio da Doug Davis, Corporate vice presidente general manager della divisione che si occupa dell’Internet of things. La prima novità è l’arrivo di Intel In-Vehicle Solutions, una famiglia di hardware e software per l’auto connessa che andranno a costituire un’unica piattaforma pronta per essere integrata nei veicoli: basata su un processore Atom E3800, la nuova architettura – scalabile in base alle esigenze dei Costruttori – sarà in grado di gestire grafica, connettività e multimedia (con video HD fino a 1080p e Dolby 5.1). Continua la lettura

General Motors

General Motors

General Motors

Pronto il sistema che “obbliga” a mettersi le cinture

Mentre si fanno sempre più grandi gli sforzi per gestire i richiami relativi ai blocchetti di accensione e gli altri in corso (29 in tutto su circa 13,6 milioni di veicoli in America), laGeneral Motors corre ai ripari in tema di sicurezza annunciando una rivoluzionaria decisione.

Nuovo dispositivo. Su alcuni modelli 2015 sarà infatti proposto un dispositivo che impedirà di guidare, bloccando il cambio automatico nella posizione Parking, fino a quando i passeggeri presenti a bordo non avranno tutti allacciato le cinture di sicurezza. L’annuncio ufficiale conferma che i veicoli selezionati, per inciso GMC SierraChevrolet Cruze,Chevrolet Colorado e Chevrolet Silverado, potranno essere dotati di questo dispositivo come opzione gratuita.

La General Motors incoraggerà i clienti a installare il sistema per riceve un feedback e perfezionarne l’utilizzo in vista della applicazione su tutte le vetture prodotte. I sensori utilizzati sono quelli presenti nei sedili, gli stessi che abilitano l’utilizzo degli airbag in base alla presenza dell’occupante valutandone il peso per dimensione al meglio il cuscino in caso di incidente.

Fonte : Quattroruote.it

https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Fori imperiali

Fori Imperieli

Fori Imperieli

Al via i preparativi per la festa del 2 giugno

Roma si prepara ad affrontare la tradizionale parata militare per la Festa del 2 giugno in programma, dalle 10 alle 11, su via dei Fori Imperiali.

Si parte già da questa notte. Preparativi che scatteranno già venerdì notte con le prove generali della sfilata e la chiusura, fino alle 5 di sabato mattina, di viale Terme di Caracalla, piazza di Porta Capena, via di San Gregorio, via Celio Vibenna, piazza del Colosseo, piazza Venezia, via Petroselli, via della Greca e, naturalmente, via dei Fori Imperiali. Dalle 23 saranno deviate anche le ultime corse di alcuni autobus (75, 80, 81, 85, 87, 117, 118, 160 e 628) e poi le linee notturne che transitano in zona (N2, N3, N4, N5, N6, N7, N8, N9, N10, N11, N12, N15, N18, N19, N20 e N25). Lunedì, invece, chiusure al traffico e deviazioni scatteranno già dalle prime ore della mattina. Dalle 5 verranno deviate le linee di autobus 75, 80, 85 e 87 e saranno soppressi i capolinea di piazza Venezia e via del Teatro Marcello, e a partire dalle 5.30 poi, e fino a cessate esigenze, verranno chiuse anche le fermate Colosseo e Circo Massimo della metro B. Continua la lettura

Donne e motori

Donne e motori

Donne e motori

Nelle mani della “meccanica”

Affidereste la vostra auto alle cure di una donna? Diffidenza e battute a parte, alcuni uomini pensano che non sia una cattiva idea, tanto che le esponenti del gentil sesso tra i meccanici stanno aumentando, almeno a giudicare dal numero di imprenditrici che si affiliano alla rete Midas. Le ultime in ordine di tempo sono Antonella Zonca e Rossana Rossi che hanno aperto un centro a Capriate (BG), ma già da qualche anno la rete col marchio giallo si sta tingendo “di rosa”. Continua la lettura