noleggio lungo termine

Profumo di made in Italy, stile e classe. Fiat 500X

Profumo di Italia; profumo di made in Italy; profumo di storia, tradizione, stile e classe: è la Fiat 500X, per un noleggio a lungo termine italiano, che segna l’evoluzione del brand e della tecnologia attraverso la maturità del suo DNA.  Erede della Fiat 500 del 1957 – chiara la citazione stilistica dei fari stondati e del classico logo con baffo cromato sul frontale – il nuovo crossover Fiat amplia la famiglia 500 composta dai modelli 500, 500C, 500L, 500L Trekking e 500L Living: vetture molto diverse per vocazione e carattere, ma che condividono la stessa matrice, l’iconica Fiat 500. Il segno “X” rappresenta l’elemento esponenziale, crocevia tra segmenti molto diversi tra loro, ciascuno popolato da giovani e persone mature, amanti della bellezza e attenti al carattere. Sono persone dinamiche, con una vita sociale attiva e che coltivano passioni e interessi differenti. Eppure in comune hanno la stessa voglia di godersi un’esperienza di guida appagante e di esprimere la propria personalità attraverso uno stile distintivo. Per tutti loro oggi c’è una risposta chiara ed esaustiva: Fiat 500X.

Dalla spiccata personalità e dal design Made in Italy, la nuova vettura si caratterizza per le doti diflessibilità, razionalità e qualità insite nelle sue dimensioni compatte, nell’ampio spazio interno e nella scelta dei materiali e tessuti premium, oltre che per la tecnologia più sofisticata al servizio della sicurezza, del comfort e del benessere a bordo. L’aspetto solido e robusto della vettura trova il suo perfetto equilibrio stilistico nella linea armoniosa che si esprime in dimensioni ideali per i clienti che ricercano il comfort, lo spazio e le dotazioni tipiche delle berline compatte. Allo stesso tempo, la 500X “strizza l’occhio” anche a coloro che quotidianamente devono affrontare il traffico urbano grazie alle sue dimensioni contenute: è infatti lunga 4 metri e 25 centimetri (2 cm in più sulla versione  adatta al tempo libero), larga 180 centimetri e alta 161 centimetri (in presenza di barre portatutto o trazione integrale le misure sono rispettivamente 161 e 162 cm).

Al lancio saranno disponibili il 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV (trazione anteriore e cambio manuale a sei rapporti), il 1.6 MultiJet II da 120 CV (cambio manuale a sei rapporti e trazione anteriore) e 2.0 MultiJet II da 140 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale). Successivamente la gamma si completerà con i propulsori benzina 1.6 “E-torQ” da 110 CV (cambio manuale a cinque rapporti e trazione anteriore), 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale) e il potente Tigershark 2.4 da 184 CV (cambio automatico a nove rapporti e trazione integrale).

Il crossover 500X è la prima vettura Fiat a proporre la trasmissione automatica a nove rapporti. Questo cambio, abbinato al benzina 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV  e al turbodiesel 2.0 MultiJet II da 140 CV, offre numerosi vantaggi tra cui una grande capacità di ripresa e un’erogazione fluida della potenza. Controllata elettronicamente, la nuova trasmissione automatica a nove rapporti è provvista di mappatura “shift-on-the-fly”, con possibilità di passare alla modalità manuale-sequenziale.

La nuova Fiat 500X è disponibile sia nella configurazione a due ruote motrici (e qui la definiamo prettamente crossover compatta) sia in quella a quattro ruote motrici (divenendo un piccolo Suv, a nostro modo di vedere). Peculiarità della trazione integrale del nuovo crossover Fiat è l’adozione del sistema di disconnessione dell’asse posteriore che consente di ridurre le perdite di energia dovute al trascinamento quando non è necessario utilizzare la modalità integrale, garantendo così una maggiore efficienza nei consumi. Unica vettura del segmento a proporla, insieme alla Jeep Renegade, la disconnessione dell’asse posteriore permette di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.

Per il noleggio a lungo termine, segnaliamo sofisticati sistemi Uconnect della 500X, con schermo touchscreen da 5″ o da 6,5”. Entrambe le versioni prevedono l’interfaccia Bluetooth, connettore Aux-in, porta USB, porta SD e comandi vocali. In più, il dispositivo Uconnect 5″ Radio Nav 5” offre navigazione TomTom 2,5D, mentre Uconnect Radio Nav 6,5″ è dotato di navigazione satellitare con mappe in 3D, indicazioni progressive sul percorso e funzione ‘One Shot Voice Destination Entry’ per inserire l’indirizzo con i comandi vocali. Dal touchscreen a colori il guidatore può accedere a tutte le funzionalità principali: dalla radio analogica e digitale (DAB) fino a tutti i supporti multimediali (mediaplayer, iPod, iPhone, smartphone) collegabili  attraverso la porta USB e il connettore Aux-in o utilizzando lo streaming audio Bluetooth. Il tutto gestito direttamente dai comandi sul volante in modo da non distogliere lo sguardo o le mani dal volante stesso. Inoltre, il nuovo sistema Uconnect Live permette al cliente – attraverso l’integrazione con il suo smartphone – di usare numerose  app sul sistema di bordo in modo da essere sempre in contatto con gli amici su Facebook e Twitter; ascoltare milioni di tracce musicali con Deezer e oltre 100mila stazioni radio con TuneIn ; essere aggiornato in tempo reale con le notizie di Reuters e avere informazioni sul traffico, speed cameras, autovelox e meteo grazie ai servizi Live di TomTom.

Fonte: Fleetblog.it

Pianificare i costi della flotta e le componenti contrattuali

Quotazioni auto - Maximulta dell'AntitrustPianificare i costi della flotta e le componenti contrattuali

In particolare, la manovra dei costi totali della flotta prevede interventi su queste quattro direttrici: i modelli ordinabili, i servizi richiesti, le regole contenute nella car policy, la gestione del processo. Pertanto ogni intervento su ciascuno dei componenti del costo totale deve essere valutato anche in relazione agli effetti che produce sugli altri. Per esempio, la decisione di variare la policy di gestione del carburante, introducendo un sistema di fuel card elettronica, gestita dal noleggiatore a lungo termine, potrebbe produrre i seguenti effetti: aumento del costo dei servizi, per coprire la gestione delle fuel card; riduzione dei costi interni di gestione di processo, perché non è più necessario controllare e contabilizzare le schede carburante cartacee; riduzione dei costi legati alla car policy, perché la reportistica delle fuel card permette di effettuare maggiori controlli e di ridurre gli abusi. Immaginiamo ora un’azione di riduzione di costo basata sul downsizing dei modelli e sull’introduzione di una franchigia per le polizze RC e Kasko. In questo caso registreremo: una riduzione dei costi dei modelli, un aumento dei costi di gestione interni per controllare la corretta applicazione della franchigia, una riduzione del costo dei servizi che si traduce in un minor canone, grazie alla franchigia e, infine, nessuna variazione di costo dovuta alle regole della car policy, che restano invariate. Anche in questo caso, l’effettivo risparmio che si otterrà dalla decisione di ridurre le motorizzazioni e introdurre la franchigia, dovrà essere valutato considerando l’effetto complessivo di tutte le reazioni uguali e contrarie che vengono generate in quel complesso sistema di variabili economiche e di processo che è rappresentato dalla gestione della flotta.
Questa rappresentazione dei diversi componenti di costo e dei loro effetti concatenati di azione e reazione è particolarmente importante per analizzare eventuali decisioni di scorporo o cancellazione di alcuni servizi dal contratto di noleggio.

Fonte : Fleetblog.it

Noleggio lungo termine consolida i primi 8 mesi del 2014 con + 26 %

I dati dei primi 8 mesi del comparto del noleggio a lungo termine continuano a mantenere una performance superiore rispetto allo scorso anno facendo segnare un +26,91% ad agosto col valore del cumulato pari al +26,03% rispetto allo stesso periodo del 2013. Le immatricolazioni delle società Captive si prendono il principale merito di tale risultato e hanno quasi raggiunto in valore assoluto quelle delle società Top. Leasys, Arval e ALD le prime tre in classifica con Leaseplan che sta tentando di raggiungere ALD. Fuori dai dati esposti in questa tabella, la crescita del mercato totale si attesta al +3,97, con le immatricolazioni a privati che finalmente scavalcano la soglia negativa facendo segnare lo 0,48% sul dato cumulato dello scorso anno.

Fonte : Fleetblog.it

Nuova Renault Twingo – Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Nuova Renault Twingo -  Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Nuova Renault Twingo – Tecnica e personalità: rottura netta con la seconda serie

Partiamo, per una volta, da quello che non s’è visto. Della Twingo di attuale generazione, nel primo “hands on” italiano dedicato alla prossima serie della piccola Renault, non c’era nemmeno l’ombra. Ci vuole qualche minuto per notarne l’assenza, frutto di un processo di rimozione volontario, ma poi l’elisione, completa e studiata, emerge con grande chiarezza.

Le progenitrici. Circondati di coloratissimi esemplari del nuovo modello, notiamo tuttavia numerosi riferimenti al passato. Ci sono i modellini della prima Twingo, sui muri scorrono le immagini della R5 e della sua variante Turbo (che della futura citycar costituisce un importante precedente stilistico), né mancano gli omaggi alla Dauphine e alla 4CV, esempi celebri – ma molto lontani nel tempo – di Renault a motore posteriore. Continua la lettura

Nissan Pulsar – noleggio lungo termine

Nissan Pulsar - Torna la berlina di classe media

Nissan Pulsar – Torna la berlina di classe media

Torna la berlina di classe media

Nel 2006, la Nissan aveva lasciato l’Almera senza eredi per lanciare la Qashqai, la crossover di classe media che sarebbe poi diventata un fenomeno commerciale strepitoso, e ora, otto anni più tardi, rientra nel cosiddetto Segmento C con la nuova Pulsar, una classica hatchback a cinque porte che sarà prodotta nello stabilimento di Barcellona, in Spagna, e che arriverà il prossimo autunno.

Dimensioni. La nuova Pulsar, che eredita un nome già utilizzato dalla Nissan sugli altri mercati per questa categoria di modelli, è lunga 4.385 mm e ha un passo di 2,7 metri: secondo la nota diramata dalla Casa, la vettura avrebbe tra i suoi punti di forza proprio l’abitabilità interna, in particolare per gambe e spalle di chi siede dietro. Continua la lettura

LISTA DOCUMENTI – Noleggio lungo termine

LISTA DOCUMENTI - Noleggio lungo termine

LISTA DOCUMENTI – Noleggio lungo termine


Società di Capitali
1. Ultimi due bilanci + relazione gestione + nota integrativa + ricevuta presentazione al registro delle imprese;
2. Atto costitutivo;
3. Copia documento identità del legale rappresentante con poteri di firma;
4. Banca di appoggio e numero c/c.
5. Attribuzione partita iva. Continua la lettura

In cosa consiste il Noleggio a Lungo Termine?

  Noleggio a Lungo Termine

Noleggio a Lungo Termine

In cosa consiste il Noleggio a Lungo Termine?
  • Il Noleggio a Lungo Termine è una formula di acquisizione e gestione delle auto e dei veicoli commerciali, alternativa alla proprietà, con vantaggi considerevoli per Aziende come la tua.
  • I nostri contratti di Noleggio a Lungo Termine vanno da una durata minima di 24 mesi a una massima di 60 mesi, per un chilometraggio totale preventivamente definito e un canone mensile fisso, calibrato sulle tue capacità di spesa.
  • La società di noleggio a lungo termine si occupa di finanziare l’acquisto del veicolo scelto, senza nessuna limitazione sul tipo di marca, modello ed equipaggiamento. Dal momento della consegna del veicolo nuovo, la tua Azienda può disporre dell’auto fino alla scadenza del contratto, usufruendo di tutti i servizi inclusi e liberandosi dalle preoccupazioni relative alla svalutazione della vettura e alla sua gestione operativa. Inoltre ha l’opportunità di accedere a: interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria; cambio pneumatici; soccorso stradale; vettura sostitutiva in caso di guasto; incidente e furto inclusi nel contratto e fruibili mediante la nostra rete convenzionata; coperture assicurative complete e carta carburante. Al tempo stesso vedrà alleggerite tutte quelle onerose attività gestionali, legate al pagamento delle tasse di proprietà o alla rivendita del veicolo.

https://plus.google.com/u/0/+PetroliniRentnoleggiolungotermine/posts/p/pub

Le dieci best seller del primo trimestre – Noleggio Lungo Termine

Fiat panda noleggio lungo termine

Fiat panda noleggio lungo termine

Le dieci best seller del primo trimestre – Noleggio Lungo Termine

Ha perso qualche migliaio di unità rispetto all’anno scorso, ma è rimasta ampiamente in testa: anche nei primi tre mesi del 2014, la Fiat Panda si è confermata il modello di gran lunga più venduto in Italia. Dati Unrae alla mano, la citycar di Pomigliano è stata commercializzata in 28.012 esemplari, laddove nello stesso periodo del 2013 il pallottoliere s’era fermato a quota 29.761.

Punto in calo, ma ancora seconda. Lo slittamento, pari al -6,2%, non ha inciso significativamente sul divario che separa le prime due in classifica: la Punto, seconda assoluta, ha totalizzato 17.083 immatricolazioni in questo avvio di 2014, anch’essa in calo (-5%) rispetto al primo trimestre dell’anno precedente, quando aveva raggiunto quota 17.949 unità.

Fenomeno 500L. La notizia più incoraggiante per la Fiat è quella che riguarda l’ultimo gradino del podio, dove s’è stabilmente insediata la 500L: la multispazio costruita a Kragujevac ha raggiunto le 15.542 immatricolazioni, registrando un vero e proprio boom rispetto al primo trimestre 2013, quando era stata venduta in 11.908 unità. L’incremento per questo modello è stato pari al +30,5% in un anno. Continua la lettura

Toyota Auris Hybrid – Noleggio Lungo Termine

Rivoluzione silenziosa quella della Auris Hybrid. Sia chiaro, non tanto per l’ibrido in sé, considerato che la Tane dal lancio – anche grazie ai supersconti di 4.000 euro – nove Auris su dieci vendute in Italia sono appunto ibride e solo una è benzina o turbodiesel. Compromessi stilistici e di abitabilità, invece, sono roba del passato. Sapreste riconoscere una Hybrid dalle altre Auris a prima vista?oyota fa la Prius da 15 anni e che la stessa Auris HDS l’aveva già adottato da qualche anno. Si tratta, casomai, delle proporzioni del fenomeno, visto che a poche settim

Continua la lettura

Jaguar XF 2014 – Noleggio Lungo Temine

Jaguar XF 2014 – Noleggio Lungo Temine

Se BMW Serie 5 Audi A6 e Classe sono le più note del segmento, Jaguar non vuole essere da meno e con la XF punta a mangiarsi una fetta consistente di questo segmento.

Il suo arrivo sul mercato è datato 2008, il primo lifting, come da copione nel 2001. Il 2014, per Jaguar XF, sarà invece l’anno dell’arrivo di nuove motorizzazioni che la rendono ancora più competitiva sul mercato. In particolare, grande attenzione merita la versione “addolcita” del 4 cilindri in linea 2.2 turbodiesel già al lavoro su alcuni modelli Land Rover. Questo motore, sinora disponibile in configurazione da 200 cv, vede ora l’arrivo della nuova versione da 163 cv, un downsizing che consente alla Jaguar di avere un rapporto più amichevole con i benzinai visto che il consumo scende fino a 20,4 km/litro, dato che fa presto dimenticare le prestazioni lievemente inferiori rispetto alla versione da 200 cv, con cui la nuova XF condivide anche la trasmissione automatica a 8 rapporti ZF a convertitore di coppia con opzione manuale mediante levette al volante, capace di garantire cambi marcia in solo 200 millisecondi.

L’altra novità è l’arrivo della trazione Integrale per la versione 3.0 V6 S/C da 340 cv, abbinata allo specifico programma di marcia winter per favorire la ripartizione della coppia all’avantreno in caso di fondi a bassa aderenza. Per il mercato italiano la XF TD 163 cv sarà disponibile anche in una versione Limited Edition, equipaggiata di serie con Bluetooth, cerchi in lega da 18 pollici e sensori di parcheggio posteriori, al prezzo di 40.850 euro. Ben 7.000 euro meno della versione da 200 cv!

fonte: ilgiornale.it