Richiedi preventivo gratuito

Accordo Enel-Conad, il supermercato del futuro è già qui

Grazie all’accordo Enel-Conad, ricaricare le vetture elettriche è facilissimo: 250 stazioni nei parcheggi, entro il 2018. Come agevolare l’investimento di un’autovettura elettrica? Semplice: aumentando il numero delle centrali di ricarica e favorendone l’accessibilità intercettando gli spostamenti e le esigenze dei

Pubblicato il 19 dicembre, 2017

Grazie all’accordo Enel-Conad, ricaricare le vetture elettriche è facilissimo: 250 stazioni nei parcheggi, entro il 2018.

Come agevolare l’investimento di un’autovettura elettrica?

Semplice: aumentando il numero delle centrali di ricarica e favorendone l’accessibilità intercettando gli spostamenti e le esigenze dei clienti. Senza incremento di costi e tempi.

L’idea è venuta a due aziende dal core business differente che hanno scelto di unire le loro sinergie e scendere in campo a braccetto fornendo un unico servizio, risultato di una strategia comune. Di chi si tratta? Dell’Enel naturalmente e della Conad, leader nel settore della grande distribuzione alimentare. Dal brainstorming aziendale sono emerse criticità in grado di accomunare le due imprese o meglio i clienti di ciascuna di esse che si sono rivelati, in seguito ad un’attenta e dettagliata analisi, utenti dell’una e dell’altra. Da qui, l’intuizione è stata consequenziale: dotare i parcheggi pertinenziali dei punti vendita Conad delle stazioni di ricarica.

Di che numeri stiamo parlando? 250 colonnine in grado di mappare il territorio italiano in modo omogeneo, distinte in Pole Station (210 campioni) e Fast Recharge (le rimanenti 40): le prime possono ricaricare un’auto in circa un’ora; le seconde riescono a fare il pieno anche più in fretta, come il nome stesso suggerisce.

L’obiettivo delle due aziende è fornire il bacino d’utenza delle stazioni sopraddette entro il 2018: al momento, Conad conta su 38 distributori di carburante tradizionale mentre una prima struttura d’avanguardia è stata istallata al supermercato Conad di Altopascio (in provincia di Lucca), intervento che rientra nel progetto Eva+ cofinanziato dalla commissione europea, coordinato da Enel e relativo ai percorsi extraurbani.

La rivoluzione è in atto e il futuro è già qui: dotare i parcheggi di tali servizi incoraggia i clienti ad essere consumatori consapevoli e soprattutto rispettosi del loro tempo: ricaricare l’auto elettrica non è mai stato così facile!

Edit by Stella S.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018
Amedeo Roma - Abruzzo...mi stupisci sempre.

Amedeo Roma – Abruzzo…mi stupisci sempre.

Amedeo Roma “Viaggiando in moto, spesso, capita di essere attratti lungo il percorso da luoghi poco conosciuti. Questo è quello che amo, cercare bellezze sparse in sella ad una moto” 

Pubblicato il 7 dicembre, 2018
Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni

Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni degli automobilisti

Durata media batteria di un veicolo ibrido, chiarimenti e garanzie differenti Cosa preoccupa l’automobilista? Le auto elettriche sono state un’innovazione importante, ed anche le ibride si trovano alla pari delle sorelle. Ma bisogna dirlo, sono costose. Ma una volta presa

Pubblicato il 5 dicembre, 2018
Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti ‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’ questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30

Pubblicato il 4 dicembre, 2018