Richiedi preventivo gratuito

Automobilisti europei: guida ‘all’antica’ o autopilota?

Ricerca della Mazda: il 66 % degli europei rifiuta l’autopilota! Le tecnologie si sviluppano e il mondo cambia. Cambiano le vetture, il modo in cui le utilizziamo, cambia il modo in cui vediamo le cose e il modo in cui

Pubblicato il 19 dicembre, 2017

Ricerca della Mazda: il 66 % degli europei rifiuta l’autopilota!

Le tecnologie si sviluppano e il mondo cambia.

Cambiano le vetture, il modo in cui le utilizziamo, cambia il modo in cui vediamo le cose e il modo in cui vorremmo vederle. Moltissimi produttori di auto vorrebbero vedere le auto guidarsi da sole e vedere i conducenti leggere, studiare, lavorare, guardare un film alla guida.

Al momento questa è un’immagine lontana dalla realtà per svariati motivi e le tecnologie non sono ancora così evolute da permettere questa visione.

Ma prendiamo in considerazione l’opinione degli automobilisti stessi: essi vogliono vedersi soppiantati dall’elettronica? Essi preferiscono l’autopilota o vogliono continuare a guidare come hanno sempre fatto?

Secondo una ricerca della Mazda, il 66% degli automobilisti europei non vorrebbe rinunciare alla guida, che per molte persone in differenti stati, non rappresenta un semplice ‘spostamento da un punto A ad un punto B’, ma rappresenta un piacere, un divertimento, a volte un’esperienza importante.

Dallo studio della Mazda non sono emerse differenze di opinioni evidenti in base all’età degli intervistati: nonostante si creda che i giovani siano più aperti alle novità tecnologiche, in questo caso non sembra essere così. Insomma, l’età degli intervistati non sembra avere un peso importante nella ricerca svolta. Molti automobilisti affermano di preferire la guida ad un’attività ludica: meglio guidare, che star davanti una consolle, uscire a bere un drink o fare sport. Alcuni affermano, addirittura, (il 9%) che è meglio guidare che far sesso.

La guida è dunque un piacere, un divertimento e le persone non vogliono essere private di questo piacere! Ritengo che la totale guida automatica potrebbe rappresentare un’evoluzione tecnologica importante, ma ritengo anche che la libertà di scegliere se guidare automaticamente o meno dovrà sempre essere presente.

Ad ognuno insomma, il proprio stile di guida.

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019