Richiedi preventivo gratuito

MOIA – Una nuova proposta per l’auto condivisa

MOIA auto condivisa  presenta il nuovo minibus Volkswagen Moia è una società con sede a Berlino, che ha come progetto base lo sviluppo di forme di mobilità a chiamata, per far diminuire il traffico urbano. Con questa idea in mente,

Pubblicato il 14 novembre, 2017

MOIA auto condivisa  presenta il nuovo minibus Volkswagen

Moia è una società con sede a Berlino, che ha come progetto base lo sviluppo di forme di mobilità a chiamata, per far diminuire il traffico urbano. Con questa idea in mente, Moia ha intenzione di immettere nel traffico cittadino (inizialmente, in quello di Amburgo) un minibus a propulsione elettrica in grado di trasportare fino a sei passeggeri e che rappresenterà una nuova alternativa di auto condivisa.

L’auto condivisa ha sei poltrone, tutte e sei indipendenti l’una dall’altra, comode e spaziose. Ogni poltroncina avrà una propria lucina per la lettura e varie prese usb. Moia spiega il funzionamento del furgoncino: esso non dovrà arrivare a destinazione seguendo il tragitto più breve, ma quello più comodo per prendere e trasportare il maggior numero di persone, così, il nostro nuovo minibus, risulterà sempre pieno.

Questo veicolo per la mobilità condivisa vanta un’autonomia di 300 km. I primi veicoli Moia by Gruppo Volkswagen dovrebbero iniziare a circolare per le strade di Amburgo a partire da gennaio 2018! L’obiettivo sembra essere quello di ridurre di un milione il numero di auto che nel 2025 circoleranno nelle città degli Stati Uniti e dell’Europa. Ci riuscirà Moia a portare avanti il suo nobile obiettivo? Nobile, certamente, ma bisognerà anche tener d’occhio gli sviluppi di questo progetto.

Quali saranno i prezzi che il minibus Moia chiederà ai suoi clienti? Funzionerà bene l’app che servirà a ricercare il minibus più vicino e prenotare un posto su esso? Negli anni, vedremo ridursi effettivamente il traffico cittadino? Per avere delle risposte, dobbiamo aspettare i primi giudizi dei clienti che usufruiranno del servizio e degli esperti. L’idea è un’ottima idea ed il progetto ha ottime premesse. Spero sinceramente di poter affermare lo stesso, con altrettanto ottimismo tra un paio di mesi.

Sentiremo ancora parlare nel minibus Moia?

Una risposta ad ogni domanda

Edit by Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019