Richiedi preventivo gratuito

Novità carburanti: obbligo di etichette sulle pompe dei distributori!

Pompe dei distributori ed auto.. da oggi obbligatoriamente le etichette! Una decisione dell’ UE Novità carburanti: obbligo di etichette sulle pompe dei distributori! – Fresca, freschissima la legge della quale stiamo parlando! Proprio oggi entra in vigore in tutta l’Unione

Pubblicato il 15 ottobre, 2018

Pompe dei distributori ed auto.. da oggi obbligatoriamente le etichette!

Una decisione dell’ UE

Novità carburanti: obbligo di etichette sulle pompe dei distributori! – Fresca, freschissima la legge della quale stiamo parlando! Proprio oggi entra in vigore in tutta l’Unione Europea. Di cosa si tratta? Semplicemente.. di etichette.

Dal 12 ottobre 2018, tutte le nuove auto, dovranno avere sul bocchettone del rifornimento un chiaro ed evidente adesivo. Quest’ultimo, ovviamente codificato dall’UE indicherà il carburante che fa funzionare correttamente il motore della stessa auto. Lo stesso tipo di adesivo verrà applicato sulle pompe dei distributori.

Un adesivo per ogni carburante

L’Unione Europea ha pensato proprio a tutto! Le etichette inventate sono dunque di tre tipi: abbiamo le etichette circolari, che indicano la benzina, quelle quadrate che indicano invece il gasolio. Vedendo al futuro, l’UE ha già pensato ad inserire nella lista anche i carburanti gassosi, che verranno indicati con un’etichetta anch’essa quadrata, ma inclinata di 45 gradi.

Non finisce qui

Ognuna di queste etichette si dividerà a sua volta: Per ciò che riguarda la benzina, nell’adesivo verrà segnalata la quantità di etanolo presente in essa (sull’auto invece, verrà indicata la quantità di etanolo massima che la stessa auto può sopportare). Identico il sistema utilizzato per il gasolio, verrà infatti indicata la quantità di biodiesel presente in esso (e sull’auto, la massima quantità di biodiesel sopportabile).

Per i carburanti gassosi avremo invece: H2 per l’idrogeno, CNG per il gas naturale compresso, LNG per il gas naturale liquefatto ed LPG per il gas di petrolio liquefatto. Tutto molto chiaro. Ma adesso domandiamoci se la legge possa essere effettivamente e realmente utile per i cittadini. Per noi, per la vita di tutti i giorni. La legge appena emanata modifica qualcosa in meglio? A voi il giudizio.

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019