Richiedi preventivo gratuito

Un’Opel Corsa elettrica

Nel 2020 sarà possibile ordinare la nuova Opel Corsa con motore elettrico! Opel Corsa Elettrica – Sarebbe dovuta uscire già nel 2018, ma l’arrivo della nuova versione dell’Opel Corsa elettrica è stata posticipata al 2019. Il rinvio è stato dovuto dal

Pubblicato il 23 febbraio, 2018

Nel 2020 sarà possibile ordinare la nuova Opel Corsa con motore elettrico!

Opel Corsa Elettrica – Sarebbe dovuta uscire già nel 2018, ma l’arrivo della nuova versione dell’Opel Corsa elettrica è stata posticipata al 2019. Il rinvio è stato dovuto dal passaggio della Opel sotto il controllo del gruppo francese PSA.  Ora l’uscita della sesta generazione dell’utilitaria Corsa è stata confermata dal costruttore tedesco. Arriverà nel 2019 e verrà costruita ed assemblata in Spagna, con esattezza a Saragozza.

L’annuncio del costruttore Michael Lohscheller non si è limitato a questo, egli ci ha infatti donato un ulteriore novità: fra i motori disponibili per la nuovissima edizione dell’Opel Corsa ce ne sarà anche uno elettrico (e questa rappresenta decisamente una novità!). Ma potremmo osservare, testare ed acquistare la nostra vettura elettrica solamente dal 2020, insieme a tre altri modelli a batterie che la Opel sembra voler lanciare sempre entro quell’anno.

Il 2020 insomma, sembra prospettarsi per l’Opel Corsa come un anno all’insegna dell’elettrico. Quello di cui stiamo parlando, si potrebbe prospettare inoltre, un piano, una strategia a medio termine. Il costruttore tedesco sta tentando di avere un motore ibrido o elettrico su tutti i modelli venduti nel 2024! Insomma, entro questa data, tutta l’offerta del brand di Russelheim avrà versioni a basso impatto ambientale.

Non si tratta dunque di una semplice uscita di un’automobile con motore elettrico, ma si tratta invece di vedere oltre, di allargare le vedute. L’attesa è dunque tanta, il rinvio, ora l’annuncio: attendiamo le svariate uscite promesse con ansia, soprattutto felici di confermare lo sviluppo e l’impegno sempre maggiore nei confronti dell’ibrido e dell’elettrico. Secondo le parole di Lohscheller, Saragozza svolgerà un ruolo importante nei prossimi anni, e noi siamo in attesa di sentirne parlare.

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019