Richiedi preventivo gratuito

Automotive Disruption Radar sul futuro dell’automobile

Automotive Disruption Radar cerca di fare il punto, di dare un’occhiata a ciò che potremmo vivere fra non molto nell’ambito di mobilità Auto elettriche, guida autonoma, trasporti intelligenti, realtà virtuale, car sharing. Innovazioni e novità in fatto di mobilità invadono

Pubblicato il 27 marzo, 2018

Automotive Disruption Radar cerca di fare il punto, di dare un’occhiata a ciò che potremmo vivere fra non molto nell’ambito di mobilità

Auto elettriche, guida autonoma, trasporti intelligenti, realtà virtuale, car sharing. Innovazioni e novità in fatto di mobilità invadono le bacheche delle riviste quotidianamente. Tra il 15 e il 18 marzo, all’Automotive Disrupion Radar, si è parlato esattamente di questo: Come sarà l’auto di domani? Le basi principali del futuro dell’auto sembrano essere soprattutto il carsharing e la guida autonoma: al giorno d’oggi, la condivisione è già attiva. Ma sarà ancora più semplice, quando tramite un app, potremo prenotare e chiamare un veicolo, che giungerà a noi senza guidatore.

Grazie al carsharing in via di sviluppo, sicuramente avverrà un calo delle vendite, ogni auto verrà utilizzata al massimo delle sue possibilità e non rimarrà ad occupare spazio inutile, ferma, per la maggior parte del giorno. Invece di dieci auto che inquinano, ce ne sarà solamente una, o forse neanche quella, data anche la diffusione sempre maggiore di auto elettriche! Stiamo ovviamente parlando di mutamenti progressivi: ad esempio, si stima che nel 2025, il 10-15% delle auto saranno elettriche, il 20-32% ibride, il resto, ancora benzina o gasolio.

Va bene dunque, il carsharing, ma molte persone, considerano ancora ad oggi, la guida un vero e proprio piacere e non si considerano disposti ad abbandonarlo totalmente in vista di una condivisione perenne. Ciò che richiedono in molti infatti, è l’ ’efficienza ecologica’: la possibilità di non spendere molto, ma al contempo preservare il pianeta. I cambiamenti previsti sono dunque molti, progressivi e positivi. Le persone sono però ancora legate alle proprie abitudini, all’acquisto, alla guida della propria auto personale. Penso che in fondo, la progressione dei fatti dipenda anche da ciò, dalla gente. Dunque da noi.

Edit by Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019
Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché? Un caso apparentemente infinito Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana.

Pubblicato il 18 dicembre, 2018
BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018