Richiedi preventivo gratuito

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale.

Un caso che seguiamo da tempo

Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata ben dodici anni fa, ma ancora oggi il caso è aperto, ancora oggi giungono a noi notizie di nuove sentenze e nuovi risvolti. Si parla dunque del caso di Autostrade per l’Italia: il brevetto del sistema dei tutor è stato contraffatto ai danni della piccola azienda toscana, la Craft. Questo è ormai divenuto un dato di fatto il 10 aprile del 2018, quando la Corte d’Appello di Roma ha emesso la sentenza. Quali sono ora le novità? Perché torniamo a parlarne?

‘Autostrade per l’Italia non è proprietaria del software’

Il 4 gennaio 2019 il Tribunale delle Imprese di Roma ha emesso questa sentenza. Autostrade aveva infatti cercato di far causa alla società fiorentina e al suo proprietario, cercava di disconoscere il suo diritto ad ottenere i pagamenti per l’utilizzo dei sistemi Tutor: questa richiesta non è stata accettata. Nonostante tutte queste evoluzioni, Autostrade per l’Italia non intende mollare la presa e valuta l’impugnazione della sentenza. Questa scelta aprirebbe un nuovo squarcio sulla questione e il processo potrebbe prendere nuovamente una strada diversa ed inedita.

Intanto i SICVe PM continuano a funzionare

A detta di Autostrade, i SICVe PM sono un’evoluzione dei Tutor, dunque non rientrano nella questione. Iniziano ad essere infatti sempre più presenti sui tratti autostradali e da questo sistema, attualmente, sono controllati 31 tratti per complessivi 290 km circa. C’è chi si lamenta del fatto che nonostante tutte queste sentenze, Autostrade continua a non sembrare decisa a pagare, c’è chi afferma che la cosa più importante, è l’incolumità degli automobilisti.. e voi, cosa ne pensate?

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Noleggio Lungo Termine ad Aosta: Una formula completa!

Noleggio Lungo Termine ad Aosta: Una formula completa!

 Se non volete sobbarcarvi il peso di onerosi finanzianti per l‘acquisto di una nuova vettura scegliete di affidarvi al Noleggio Lungo Termine ad Aosta che grazie ad un canone mensile fisso “All Inclusive” vi farà risparmiare tempo e denaro.

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Noleggio Lungo Termine a Terni: Anche per Privati!

Noleggio Lungo Termine a Terni: Anche per Privati!

 Il Noleggio Lungo Termine a Terni rappresenta una rivoluzione nella gestione dell’automobile ed è rivolta a clienti privati, liberi professionisti e aziende. Un impegno economico leggero che vi farà permetterà di essere al volante di una vettura ancora da

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Noleggio Lungo Termine a Perugia: Quello che aspettavi!

Noleggio Lungo Termine a Perugia: Quello che aspettavi!

Il noleggio lungo termine a Perugia rappresenta una valida soluzione ai problemi di mobilità di qualunque natura. La formula prevede la possibilità di possedere un veicolo versando solo un canone mensile fisso. Cosa si intende per noleggio auto a lungo termine? Quando si

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Novità nell’ambito del noleggio a lungo termine: IL NOLEGGIO CHIARO

Novità nell’ambito del noleggio a lungo termine: IL NOLEGGIO CHIARO

Ecco come acquistare il veicolo alle fine del proprio contratto Per privati e liberi professionisti Il noleggio chiaro è una nuova formula di noleggio a lungo termine. Moltissime persone fino ad oggi hanno esitato ed esitano ad avvicinarsi al noleggio

Pubblicato il 8 maggio, 2019