Richiedi preventivo gratuito

Automobili diesel ! Toyota dice Stop

Automobili diesel – La Toyota dice “basta”, in Italia. Dal 2018, solo vetture elettriche e ibride. Obiettivo? Nel 2030, zero emissioni. Automobili Diesel – La Toyota inaugura il nuovo anno con una scelta di rottura che intende segnare una svolta

Pubblicato il 9 gennaio, 2018

Automobili diesel – La Toyota dice “basta”, in Italia.

Dal 2018, solo vetture elettriche e ibride. Obiettivo? Nel 2030, zero emissioni.

Automobili Diesel – La Toyota inaugura il nuovo anno con una scelta di rottura che intende segnare una svolta  nel mercato automobilistico mondiale: interrompere la produzione, e la vendita, di autovetture con motore diesel.

Da gennaio, in Italia (primo paese coinvolto nella nuova pianificazione della casa automobilistica giapponese) saranno disponibili solo automobili ibride (ossia con motore termico ed elettrico) e a benzina (1.0, 1.2 e 1.5 litri di cilindrata sulle city-car e le compatte). Una scelta coraggiosa, frutta di una visione avanguardista, che punta entro il 2019 a coprire la domanda per l’80%, e che cavalca l’onda della tendenza del settore, sempre meno interessato al gasolio.

La Toyota Motor Italia ha inoltre specificato che è volontà aziendale favorire il processo di elettrificazione delle auto con l’obiettivo finale, previsto a ridosso del 2030, di garantire la vendita non solo di automobili ibride ma di veicoli a emissione zero a dimostrazione di quanto la casa automobilistica sia sensibile alle istanze ambientaliste e salutari. È evidente pertanto che tale decisione sia frutto di analisi e studi che hanno evidenziato la preferenza, sempre più esplicita, degli italiani nei confronti dei veicoli ibridi a partire dall’acquisizione del modello figlio dell’azienda e del suo marchio premium Lexus, che si è aggiudicato il 60% delle vendite complessive del gruppo.

Secondo i dati Unrae, inoltre, la domanda di auto ibride è aumentata del 71% coincidente nella vendita di oltre 60.000 unità, superando di netto la domanda nei confronti del diesel la cui quota di riferimento è scesa a poco più del 55% pur incrociando comunque un interesse positivo a confronto soprattutto di tutto il mercato europeo.

Le concessionarie procederanno allo smaltimento delle auto a diesel disponibili in store facendo eccezione per i veicoli commerciali che continueranno ad essere caratterizzati da motori tradizionali.

Una risposta ad ogni domanda

Stella S.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Noleggio Lungo Termine ad Aosta: Una formula completa!

Noleggio Lungo Termine ad Aosta: Una formula completa!

 Se non volete sobbarcarvi il peso di onerosi finanzianti per l‘acquisto di una nuova vettura scegliete di affidarvi al Noleggio Lungo Termine ad Aosta che grazie ad un canone mensile fisso “All Inclusive” vi farà risparmiare tempo e denaro.

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Noleggio Lungo Termine a Terni: Anche per Privati!

Noleggio Lungo Termine a Terni: Anche per Privati!

 Il Noleggio Lungo Termine a Terni rappresenta una rivoluzione nella gestione dell’automobile ed è rivolta a clienti privati, liberi professionisti e aziende. Un impegno economico leggero che vi farà permetterà di essere al volante di una vettura ancora da

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Noleggio Lungo Termine a Perugia: Quello che aspettavi!

Noleggio Lungo Termine a Perugia: Quello che aspettavi!

Il noleggio lungo termine a Perugia rappresenta una valida soluzione ai problemi di mobilità di qualunque natura. La formula prevede la possibilità di possedere un veicolo versando solo un canone mensile fisso. Cosa si intende per noleggio auto a lungo termine? Quando si

Pubblicato il 17 maggio, 2019
Novità nell’ambito del noleggio a lungo termine: IL NOLEGGIO CHIARO

Novità nell’ambito del noleggio a lungo termine: IL NOLEGGIO CHIARO

Ecco come acquistare il veicolo alle fine del proprio contratto Per privati e liberi professionisti Il noleggio chiaro è una nuova formula di noleggio a lungo termine. Moltissime persone fino ad oggi hanno esitato ed esitano ad avvicinarsi al noleggio

Pubblicato il 8 maggio, 2019