Richiedi preventivo gratuito

Coyote Nav+: molto più di un semplice navigatore

Mappe in 3D, segnalazione di parcheggi o autovelox, per viaggiare sempre aggiornati Coyote Nav+ – Leggerissimo, si può spostare di auto in auto, sempre aggiornato e facilmente installabile: Coyote lancia il nuovissimo navigatore Nav+. Il suo schermo a sfioramento di 5,5’’

Pubblicato il 16 febbraio, 2018

Mappe in 3D, segnalazione di parcheggi o autovelox, per viaggiare sempre aggiornati

Coyote Nav+ – Leggerissimo, si può spostare di auto in auto, sempre aggiornato e facilmente installabile:

Coyote lancia il nuovissimo navigatore Nav+. Il suo schermo a sfioramento di 5,5’’ permette di visualizzare mappe in 3D. Ma cos’altro lo differenzia tanto da un semplice navigatore? Ci dona moltissime informazioni utili per la sicurezza, ci segnala rallentamenti o incidenti sulla strada, inoltre ci avvisa della presenza di autovelox lungo il tragitto.

Alla base c’è una community, composta da utenti che si scambiano informazioni in tempo reale. Sono inoltre in arrivo ulteriori novità, entro l’estate Coyote Nav+ sarà dotato di un sistema in grado di indicarci i parcheggi più vicini, ci indica i parcheggi, ma anche il costo orario e il numero di posti presenti in essi. (il servizio si chiamerà Parkopedia).

Quanto ci costa però, questo navigatore del futuro? 349 euro, ma bisogna anche aggiungerci i 12 euro mensili per l’abbonamento al servizio. Ovviamente i conducenti non verranno distratti da continue ed invasive pubblicità, la guida sarà di gran lunga più sicura. Se non si vuole acquistare il navigatore in carne ed ossa, c’è la possibilità di acquistare solamente l’applicazione, a 49,99 euro annui. Molte sono le auto compatibili per la funzione del mirroring.

Stiamo parlando di una novità davvero utile? Ovviamente è necessario riflettere se il costo è opportuno, se vale la pena acquistare questo ‘navigatore speciale’, se è così tanto migliore di un navigatore ‘normale’. Stiamo parlando di un costo di certo non irrisorio, di un abbonamento mensile da aggiungere. Sicuramente le mappe in 3D e le indicazioni lungo la strada farebbero comodo a chiunque.

Voi cosa ne pensate? Utile o di troppo? Interessante? Se ne può fare a meno o vi intriga!?

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019