Richiedi preventivo gratuito

Documento Unico di Circolazione 2020

Il Documento Unico di Circolazione entrerà in vigore dal 1° Gennaio 2020 e comprenderà la Carta di circolazione ed il Certificato di Proprietà dell’auto. Carta di Circolazione e Certificato di Proprietà Documento Unico di Circolazione – La Carta di Circolazione, o

Pubblicato il 8 aprile, 2019

Il Documento Unico di Circolazione entrerà in vigore dal 1° Gennaio 2020 e comprenderà la Carta di circolazione ed il Certificato di Proprietà dell’auto.

Carta di Circolazione e Certificato di Proprietà

Documento Unico di Circolazione – La Carta di Circolazione, o Libretto, viene rilasciata dall’ente provinciale della Motorizzazione Civile ed è un documento indispensabile alla circolazione poiché presenta tutte le specifiche e i dati relativi al veicolo. Il Certificato di Proprietà, invece, viene rilasciato dal PRA – Pubblico Registro Automobilistico, ed è un documento che certifica lo stato giuridico del mezzo, ha sostituito il vecchio foglio complementare e, a partire dal Ottobre 2015 si è evoluto in formato digitale, con relativo codice di visualizzazione online.

Totale semplificazione

Il 25 Ottobre 2018 si è sbloccato l’iter per l’approvazione del primo decreto del Documento Unico di Circolazione. L’Unione Nazionale Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica o UNASCA, è tornata a parlare del Documento Unico dichiarando come sia una soluzione di vitale importanza per tutti: con la semplificazione delle pratiche auto e il ricongiungimento con i paesi UE più evoluti.

Come richiederlo?

Il decreto direttoriale n.72 emanato il 13 Marzo 2019, dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stato pubblicato e presenta le regole per il rilascio del Documento Unico di Circolazione. Attraverso la compilazione di un modello unificato, a partire dal 1° Gennaio 2020, sarà possibile richiedere il certificato che garantisce il possesso e ne autorizza la circolazione.

Cosa conterrà?

Entrato in vigore, il Documento Unico di Circolazione, oltre a contenere i dati identificativi dell’auto, racchiuderà nello stesso lo stato giuridico e patrimoniale, ed eventuali atti amministrativi e giudiziari in corso. Il Documento Unico, assicura l’Unasca, sarà in grado, inoltre, di garantire l’unicità tra i due documenti, evitando mancate coincidenze.

Una risposta ad ogni domanda

Jacopo  P.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Commissione Europea Sicurezza Alla Guida 2022

Sicurezza alla guida: dal 2022 nuovi obblighi!

La Commissione Europea ha diramato l’elenco dei sistemi di assistenza obbligatori alla guida a partire dal 2022! Obblighi per tutti i veicoli La Commissione Europea ha raggiunto l’accordo per una nuova legge che preveda l’obbligo di dispositivi di assistenza alla

Pubblicato il 28 marzo, 2019

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019