Richiedi preventivo gratuito

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione.

L’Europa cerca di non rimanere indietro

Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le auto elettriche! Al momento è la Cina a trovarsi in cima alla lista dei produttori, una Cina che supera di gran lunga gli altri stati. L’Europa, non sembra però avere intenzione di rimanere indietro: nel 2018, ha infatti optato per il consolidamento di un consorzio al quale partecipano i maggiori produttori di auto europei, l’EBA (European Battery Alliance). Questa piattaforma sulle batterie e sull’innovazione degli accumulatori, è stata presentata agli Industry Days 2019.

I produttori europei, credono davvero in questo progetto?

Da quando è stato creato il consorzio, però, sembra evidente che sono poche le nazioni europee a credere veramente di poter contrastare un superproduttore, come quello cinese. Un miliardo di euro per lo sviluppo della piattaforma sulle batterie, è stato stanziato infatti dalla Germania e a breve la Francia dovrebbe affrontare un passo simile. Solo queste due nazioni dunque, al momento, si rivelano propositive nell’ambito della ‘lotta per la produzione delle batterie’.

Pochi, ma forti ‘avversari’

Sono molto poche le aziende che prevaricano nel campo della batteria: Panasonic e Nec, in Nevada, i coreani LG e Samsung, le cinesi BYD e CATL. Sono questi i nomi più imponenti, sono pochi, ma dietro a questi pochi nomi si nascondono grandi colossi. Nessuna azienda europea, sembra per ora competere con tali nomi. Funzionerà l’EBA per cambiare le carte in tavola? Gli stati europei crederanno nel progetto, che stima un possibile fatturato nel mercato delle batterie che potrà arrivare fino ai 250 milioni di euro nel 20125? Voi cosa ne pensate?

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019
Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché? Un caso apparentemente infinito Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana.

Pubblicato il 18 dicembre, 2018