Richiedi preventivo gratuito

Pneumatici Run Flat ed il loro comportamento

Consentono di proseguire, in caso di foratura. E in caso di emergenza? Cosa fanno? Parliamone! Pneumatici Run Flat – Buche, chiodi e molto altro, ci fanno temere ogni giorno di poter bucare una ruota della nostra macchina. Accostare, magari al freddo,

Pubblicato il 26 marzo, 2018

Consentono di proseguire, in caso di foratura. E in caso di emergenza? Cosa fanno? Parliamone!

Pneumatici Run Flat – Buche, chiodi e molto altro, ci fanno temere ogni giorno di poter bucare una ruota della nostra macchina. Accostare, magari al freddo, o al buio, al lato della strada per cambiare ruota, o per inserire il ruotino di emergenza, non è di certo una cosa piacevole, anzi, preferibilmente, da evitare a tutti i costi! Esistono al giorno d’oggi, infatti, delle soluzioni per non fermarsi ad eseguire questa tiritera.

Esistono le gomme autosigillanti,  che tappano il buco solamente a livello del battistrada. Molto migliori, sono gli pneumatici run flat, che si occupano dei fori e dei tagli anche se si trovano sul fianco! Essi hanno dei rinforzi interni, che sostengono il peso della vettura, quando tutta l’aria è uscita. Ovviamente il conducente deve mantenere allora una velocità che non supera gli 80 km/h e può proseguire, per non più di 80 km! La nostra fonte, oggi, è ‘Al Volante’, che si è occupata di testare questi pneumatici anche in situazioni di emergenza: frenate brusche, improvvise, tenuta di strada su asciutto e bagnato, sterzate. Vediamo i risultati di tali prove! Nello slalom, i risultati sono confortanti, le gomme run flat vanno meglio delle normali, e forandone una, le differenze massime non arrivano al 18%.

Fase critica, giusto nell’inversione ad ‘U’. Gli pneumatici non se la cavano male neanche durante la frenata e nelle inchiodate, gli spazi d’arresto si allungano, ma non in maniera preoccupante, veramente di poco! Ottimo il comportamento di queste gomme anche sul bagnato, esse infatti non sembrano ‘affondare’. Le run flat forate, hanno percorso nei test fino a 400 km, nonostante gli 80 consigliati, dunque anche su questo versante, una vittoria per gli pneumatici! Sicurezza e comfort su tutta la linea e test superati al meglio!

Edit by Karina G

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019
Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché? Un caso apparentemente infinito Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana.

Pubblicato il 18 dicembre, 2018
BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018