Richiedi preventivo gratuito

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti ‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’ questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30

Pubblicato il 4 dicembre, 2018

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti

‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’

questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30 milioni di persone infatti, ogni giorno si spostano per raggiungere il lavoro, la scuola, o l’università. La ricerca si è concentrata sulla modalità di spostamento degli italiani, sui tempi e sul confronto dei dati raccolti con quelli degli anni passati.

Un’occhiata alle percentuali

Il 17,4% delle persone che quotidianamente intraprende lo spostamento, lo fa a piedi. Il restante 81,6% utilizza invece i più svariati mezzi di trasporto. Il mezzo che si trova in cima alla lista per l’utilizzo è l’automobile, la maggior parte delle persone sceglie dunque la macchina per spostarsi, chi come conducente e pochi altri come passeggeri. A seguire abbiamo in ordine di utilizzo: tram, bus, pullman, corriera, treno, bici, metropolitana, scooter o moto, bus aziendali o scolastici. Per quanti riguarda le tempistiche, sono in calo secondo i valori, gli spostamenti di breve durata, mentre aumentano quelli con durata variabile (e quelli con la durata compresa fra 15  e 30 minuti). L’Istat effettua un confronto fra 2007 e 2017: non si notano grandi differenze nelle scelte di spostamento, in calo, anche se di poco, solamente l’uso dei mezzi privati.

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

E la mobilità alternativa?

Esistono ad oggi modalità di car pooling e car sharing che iniziano a crescere. Una nuova fetta della popolazione condivide un viaggio almeno una volta a settimana, mentre 1,2 milioni di italiani ha utilizzato almeno una volta nell’arco di un anno un mezzo condiviso. L’avvicinamento a tali nuove modalità di spostamento è più diffuso fra i giovani, fra gli studenti e fra persone con titolo di studio alto. Una fotografia chiara di un’Italia che si sposta, una speranza di miglioramento sempre viva.

Noleggio a lungo termine, una risposta ad ogni domanda

04.12.2018  Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019
Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché? Un caso apparentemente infinito Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana.

Pubblicato il 18 dicembre, 2018
BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018