Richiedi preventivo gratuito

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché? Un caso apparentemente infinito Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana.

Pubblicato il 18 dicembre, 2018

 Una vicenda che va avanti da molto e che andrà avanti ancora per almeno altrettanto tempo.. perché?

Un caso apparentemente infinito

Ne avevamo già parlato, ci ritroviamo ancora a parlarne: il 10 aprile 2018 il tribunale dava ragione all’azienda toscana. Dava dunque ragione all’ipotesi che essa sosteneva: la società Autostrade ha violato il brevetto del software creato dall’azienda toscana stessa, impiegandolo illegalmente sui propri dispositivi. Da lì lo spegnimento dei Tutor e l’inserimento di nuovi apparecchi (Sicve-PM) più precisi, più evoluti, più dettagliati. Ma la Craft, l’azienda toscana in questione, continua il suo attacco affermando che non vi è alcuna differenza di software originario fra i tutor precedenti e gli apparecchi odierni!

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

Non vediamo la fine

Il caso sembra dunque non avere fine, ma le autostrade devono intanto essere comunque monitorate. Sempre molto importante all’interno di questo dibattito è l’idea che gli automobilisti debbano essere tutelati prima di tutto. Dopodiché si potrà passare a verifiche, controlli e decisioni riguardanti gli inventori, o i proprietari dei software dei tutor. Ed ecco perché dalla data dell’11 dicembre 2018 sono nuovamente attivi nove tutor su differenti tratti autostradali.

Si parla ancora di Tutor: nove apparecchi vengono riattivati

I tratti autostradali interessati

Sulla A7 Milano-Genova vediamo attivi due portali consecutivi, Busalla-Ronco e Ronco Scrivia-Isola del Cantone. Riattivati anche sull’A26 Voltri-Gravellona Toce. Anche la prima parte dell’A13 è di nuovo controllata (Bologna-Padova direzione nord: Bologna Interporto-Altedo e Altedo-Ferrara sud). Sul tratto romagnolo dell’A14 e A30 è stato ingrandito il controllo, su questi tratti erano infatti già stati riattivati i primi tutor. In particolare sull’A14 i controlli sono attivi sul tratto tra Forlì e Faenza e da Faenza all’allaccio della diramazione per Ravenna. Sull’A30 invece, i controlli sono stati intensificati sul tratto fra gli svincoli di Sarno e Nocera Pagani (direzione sud).

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Duro e puro Land Rover Defender

News – Duro e puro Land Rover Defender

Torna Land Rover Defender, il Suv che è entrato nel cuore di molti automobilisti, a partire dal 1948, data della sua comparsa. Prodotta sino al 2016, ha toccato quota due milioni di auto vendute ed è pronta a tornare ad

Pubblicato il 5 dicembre, 2019
La Baby Crossover targata Skoda è Kamiq

La Baby Crossover targata Skoda è Kamiq

Skoda Kamiq, la nuova baby crossover di Skoda, debutta con un look tutto nuovo e si aggiunge agli ultimi modelli della casa: Kodiaq, Karoq e Scala. Da quest’ultima, riprende meccanica e misure, essendo anch’essa a trazione anteriore ed avendo una

Pubblicato il 27 novembre, 2019
Eletric Intelligence Mercedes Eqc

Eletric Intelligence Mercedes presenta EQC

Mercedes EQC, arriva la prima SUV completamente elettrica della casa tedesca, targata EQ (‘Eletric Intelligence’) nuovo brand che ha debuttato per la prima volta al Salone di Parigi 2016. La nuova EQC dispone di due motori elettrici asincroni con una

Pubblicato il 22 novembre, 2019
Auto Elettriche

Auto elettriche a noleggio lungo termine

Guidare una vettura elettrica, soprattutto in una grande città, può rivelarsi una delle soluzioni migliori sia sotto il profilo economico che per il risvolto ecologico. Il noleggio a lungo termine di auto elettriche vi offre la possibilità di guidare il

Pubblicato il 15 novembre, 2019