Richiedi preventivo gratuito

STOP AL DIESEL A ROMA DAL 2024

Lo dichiara il sindaco Virginia Raggi nel summit C40 Women 4 Climate di Città del Messico Stop al Diesel –  A Roma dal 2024 stop al Diesel auto. E’ questo ciò che ha dichiarato il sindaco Virginia Raggi nel corso del

Pubblicato il 28 febbraio, 2018

Lo dichiara il sindaco Virginia Raggi nel summit C40 Women 4 Climate di Città del Messico

Stop al Diesel –  A Roma dal 2024 stop al Diesel auto. E’ questo ciò che ha dichiarato il sindaco Virginia Raggi nel corso del summit avvenuto in Città del Messico ‘C40 Women 4 Climate’, nel quale ha annunciato di voler l’ambiente e la sua città.

Attraverso un post Facebook, la Raggi, ha voluto annunciare il divieto, che si estenderà a tutto il centro della Capitale e, arriverà ben prima dei tempi previsti dalle altre capitali europee, con attuazioni più lunghe.

Aggiunge il sindaco: “i cambiamenti climatici stanno modificando le nostre abitudini di vita”. “Le nostre città rischiano di trovarsi di fronte a sfide inattese. Assistiamo sempre più spesso a fenomeni estremi: siccità per lunghi periodi, come sta avvenendo nel Lazio; precipitazioni che in un giorno possono riversare sul terreno la pioggia di un mese intero; o anche nevicate inusuali a bassa quota come quelle che in questi giorni stanno investendo l’Italia. Se vogliamo intervenire seriamente dobbiamo avere il coraggio di adottare misure forti. Bisogna agire sulle cause e non soltanto sugli effetti”.

Alle parole della Raggi interviene anche Greenpeace con elogi in merito. Secondo l’associazione volta alla tutela dell’ambiente, infatti, questa campagna si orienta nella loro stessa direzione ed è pronta a mettere al bando, i motori più inquinanti delle principali città italiane. Oltre a Roma infatti, l’azione di Greenpeace comprende anche Torino, Milano e Palermo.

Le auto diesel però, per quanto concerne la città Eterna, non sono l’unico problema da risolvere, poiché la capitale romana, presenta inoltre un numero spropositato di autobus diesel. Infatti su 2.000 di questi mezzi pesanti, almeno il 70% circolano a gasolio, mentre solo una piccola parte di questi, viene alimentata a metano.

Una risposta ad ogni domanda

Jacopo P.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019