Richiedi preventivo gratuito

Il nuovo certificato di revisione arriverà nel 2019.

Nuovo certificato di revisione, causa ritardi del Ministero, è proroga. Nuovo certificato di revisione ? La rivoluzione delle revisioni d’auto sembrava essere cominciata. Eh già, purtroppo bisogna parlare al passato per raccontare l’esito attorno alle vicissitudini che hanno definito illusoriamente

Pubblicato il 4 giugno, 2018

Nuovo certificato di revisione, causa ritardi del Ministero, è proroga.

Nuovo certificato di revisione ? La rivoluzione delle revisioni d’auto sembrava essere cominciata. Eh già, purtroppo bisogna parlare al passato per raccontare l’esito attorno alle vicissitudini che hanno definito illusoriamente la nuova legislazione in materia. Erano diventate persistenti le voci relative alle nuove regole sulle revisioni dei veicoli motorizzati al punto da darle per certe; apparteneva ormai all’opinione pubblica la consapevolezza dei nuovi cambiamenti in atto,  significativi sui parametri di sicurezza, inquinamento acustico ed emissioni dagli scarichi di agenti nell’aria.

Officine adeguate

Nuovi test pertanto per tutte le vetture d’età superiore ai 4 anni ai quali le autofficine si sarebbero adeguate emettendo un nuovo certificato di revisione, più completo e dettagliato in grado di restituire una scansione accurata dalla testa alla coda e ricco di informazioni numeriche e descrittive corrispondenti alla valutazione delle condizioni di manutenzione, espressa secondo specifiche qualità.

Indicazione dei chilometri

In cima alla lista delle verifiche da effettuare con le nuove direttive, rimane obbligatoria l’indicazione dei chilometri evidenziata sul quadro che necessita di un’attenzione particolare vista la suscettibilità con la quale il suddetto dato viene alterato a favore di vendite potenzialmente più plausibili.

Ministero dei Trasporti

Tuttavia, tali novità non sono giunte a termine perché il Ministero dei Trasporti, pur introducendo la criticità e l’urgenza di nuove modalità, non ha adeguato le procedure in tempi tali da consentirne l’organizzazione relativa delle autofficine e dunque l’introduzione del nuovo certificato di revisione auto è stata posticipata in data a destinarsi.

Proroga

Stando alla comunicazione ufficiale, tale proroga per il nuovo certificato di revisione, non dovrebbe estendersi per oltre il 31 marzo 2019 e comunque dovrebbe essere anticipata da un periodo sperimentale il cui inizio corrisponderebbe a fine maggio 2018. In questa data è prevista l’introduzione di un regolamento più scrupoloso che i tecnici sono chiamati a rispettare solo dopo, però, aver acquisito le competenze di base riscontrabili con un esame ad hoc.

Stella S.

Il nuovo certificato di revisione arriverà nel 2019.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018
Amedeo Roma - Abruzzo...mi stupisci sempre.

Amedeo Roma – Abruzzo…mi stupisci sempre.

Amedeo Roma “Viaggiando in moto, spesso, capita di essere attratti lungo il percorso da luoghi poco conosciuti. Questo è quello che amo, cercare bellezze sparse in sella ad una moto” 

Pubblicato il 7 dicembre, 2018
Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni

Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni degli automobilisti

Durata media batteria di un veicolo ibrido, chiarimenti e garanzie differenti Cosa preoccupa l’automobilista? Le auto elettriche sono state un’innovazione importante, ed anche le ibride si trovano alla pari delle sorelle. Ma bisogna dirlo, sono costose. Ma una volta presa

Pubblicato il 5 dicembre, 2018
Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti ‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’ questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30

Pubblicato il 4 dicembre, 2018