Richiedi preventivo gratuito

Enel X: rete di ricarica in crescita e lampione ‘smart’ in arrivo

Il palo della luce inizia ad avere una presa di ricarica per i veicoli elettrici Enel X – 2500 colonnine entro la fine del 2018, 7000 entro il 2020 e 14000 per il 2022: questo è attualmente il piano delle

Pubblicato il 21 marzo, 2018

Il palo della luce inizia ad avere una presa di ricarica per i veicoli elettrici

Enel X – 2500 colonnine entro la fine del 2018, 7000 entro il 2020 e 14000 per il 2022: questo è attualmente il piano delle installazioni dell’Enel. Un piano intenso, che vuole, come sempre, facilitare e dunque amplificare sempre più, l’utilizzo di veicoli elettrici in Italia. La Enel X, inoltre, ha tirato fuori un’ulteriore, innovativa proposta: il lampione ‘smart’, il lampione intelligente, che comprende una presa per il rifornimento delle automobili elettriche.

L’idea del ‘punto di ricarica’ è nata già parecchi anni fa, in Germania, ma l’Enel X ha deciso di ampliare questo progetto. Dunque il lampione intelligente non dovrebbe fornire solamente una presa elettrica, ma essere fornito del sistema smart-grid. Quest’ultimo consiste nell’avere la possibilità di scambiare energia dalla rete all’auto e viceversa. Questa tecnica, questo sistema, è utile soprattutto perché permette risparmi in termini economici ed ambientali, data la minore necessità di utilizzare combustibili fossili. Enel X sta veramente giocando con questo innovativo palo della luce, pensando di aggiungere altre particolarità al suo interno: il palo potrebbe infatti diventare un’antenna wi-fi, potrebbe essere cablato per la futura connessione 5G, o potrebbe persino avere all’interno delle telecamere di sorveglianza, per essere al tempo stesso utile ed anche sicuro.

Questo palo innovativo però, non sottostà alla società elettrica Enel, dunque lo sviluppo di esso non dipende dalla società quanto dai comuni presi singolarmente. I responsabili delle giunte locali, decideranno quindi se avvalersi di questo lampione intelligente nelle loro città, nei loro comuni. La fantasia spazia, le novità sono sempre interessanti, a vostro avviso, i comuni dovrebbero scegliere il palo intelligente? O abbandonarsi al vecchio, caro e semplicissimo palo della luce?

Edit by Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018
Amedeo Roma - Abruzzo...mi stupisci sempre.

Amedeo Roma – Abruzzo…mi stupisci sempre.

Amedeo Roma “Viaggiando in moto, spesso, capita di essere attratti lungo il percorso da luoghi poco conosciuti. Questo è quello che amo, cercare bellezze sparse in sella ad una moto” 

Pubblicato il 7 dicembre, 2018
Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni

Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni degli automobilisti

Durata media batteria di un veicolo ibrido, chiarimenti e garanzie differenti Cosa preoccupa l’automobilista? Le auto elettriche sono state un’innovazione importante, ed anche le ibride si trovano alla pari delle sorelle. Ma bisogna dirlo, sono costose. Ma una volta presa

Pubblicato il 5 dicembre, 2018
Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti ‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’ questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30

Pubblicato il 4 dicembre, 2018