Richiedi preventivo gratuito

Euro NCap – Fiat Punto bocciata ai crash test.

L’Euro NCAP le toglie due stelle, FCA si difende. Euro NCap –  L’Euro NCAP boccia la Fiat Punto e lo fa con una valutazione severissima. La vettura, famosa tanto nel territorio italiano quanto in quello internazionale, popolare presenza nel parco

Pubblicato il 1 marzo, 2018

L’Euro NCAP le toglie due stelle, FCA si difende.

Euro NCap –  L’Euro NCAP boccia la Fiat Punto e lo fa con una valutazione severissima.

La vettura, famosa tanto nel territorio italiano quanto in quello internazionale, popolare presenza nel parco auto delle famiglie, si è vista rettificare il giudizio relativo ai “crash test”: l’ente europeo, incaricato di verificare la sicurezza delle automobili destinate alla vendita e alla circolazione che, negli anni precedenti, le aveva attribuito cinque stelle, ne ha confermate solo tre.

Ne è emersa una diatriba sull’attendibilità nel tempo di tale giudizio causando il disorientamento di molti, tra gli addetti e gli appassionati. A sciogliere tali dubbi è stata la divulgazione dei criteri destinati alla stesura di quello stesso giudizio che hanno evidenziato come i parametri evolvano e con essi l’adesione o meno al profilo d’idoneità. Nello specifico, l’Euro NCAP ha stabilito che oggi è necessario, e funzionale imprescindibilmente alla sicurezza, che le vetture possiedano tutta una serie di optional tra cui la frenata automatica d’emergenza e i sensori rilevanti le cinture allacciate per tutti i passeggeri.

La celebre utilitaria italiana non ne è dotata e pertanto non può totalizzare l’en plein nella valutazione aggiornata sebbene, relativamente ad alcuni specifici test (tra cui le prove d’impatto frontale) abbia mostrato elevate prestazioni strutturali in grado di garantire ottime risposte di resistenza. E così, mentre il gruppo FCA incassa il giudizio e ne prende atto, molti sono in attesa di sapere se la Fiat Punto avrà un’erede in grado di sintetizzare il meglio dell’attuale modello con il valore aggiunto degli optional “moderni” destinati a ottimizzarne la sicurezza e a risollevarne la reputazione, oggi parzialmente appannata.

Certo è però che la Punto ha già una lunga storia alle spalle e il pensionamento sembra già profilarsi all’orizzonte, come ha fatto intuire Marchionne dalle sue dichiarazioni in termini di eccessivi investimenti di adeguamento potenziali a fronte di guadagni ipotizzabili e minimi. Ai posteri, l’ardua sentenza.

Una risposta ad ogni domanda

Stella S.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Fiat Centoventi: Tante idee innovative che aumentano il benessere dei passeggeri!

Fiat Centoventi: Un elettrica dalle infinite soluzioni Un prototipo per la Panda Debutta al Salone di Ginevra 2019 un nuovo prototipo di citycar a cinque porte targato Fiat, ovvero la Fiat Centoventi che celebra, appunto, i 120 anni di produzione

Pubblicato il 12 marzo, 2019
piattaforma sulle batterie UE

UE: Nasce una piattaforma sulle batterie

Accumulatori, o batterie: come l’Europa cerca di consolidare questo settore in così forte espansione. L’Europa cerca di non rimanere indietro Al giorno d’oggi le batterie, o gli accumulatori rappresentano un settore fondamentale. Sono infatti l’elemento cruciale della corsa per le

Pubblicato il 4 marzo, 2019
Autostrade per l'Italia: Continua il caso Tutor

Autostrade per l’Italia: Tutor, se ne parla ancora!

Autostrade per l’Italia: Novità sul caso ‘Tutor’ che si trascina ormai da anni, arriva una nuova sentenza dal tribunale. Un caso che seguiamo da tempo Autostrade per l’Italia – Si parla di tutor ancora una volta. La storia è iniziata

Pubblicato il 15 gennaio, 2019

Legge Bilancio 2019: controversie, domande e chiarimenti

Legge Bilancio 2019 – Ibride ed elettriche nelle Ztl? Nelle aree pedonali? Facciamo un po’ di chiarezza Legge Bilancio, per chi? Come? La legge Bilancio 2019 stabilisce che le auto ibride ed elettriche possono entrare nelle zone Ztl. Partono subito

Pubblicato il 15 gennaio, 2019