Richiedi preventivo gratuito

Moneta elettronica per pagare il carburante? Perplessità e dubbi

Fattura elettronica per professionisti ed aziende Moneta elettronica – Dal primo luglio 2018, entreranno in vigore nuove leggi, nuove norme che prevedono l’obbligo per i professionisti e per le aziende di pagare i carburanti e gli olii combustibili con moneta

Pubblicato il 27 marzo, 2018

Fattura elettronica per professionisti ed aziende

Moneta elettronica – Dal primo luglio 2018, entreranno in vigore nuove leggi, nuove norme che prevedono l’obbligo per i professionisti e per le aziende di pagare i carburanti e gli olii combustibili con moneta elettronica. Da queste norme sono espressamente esentati i privati. Dunque, in molti dovranno salutare i timbri sulle carte carburante. Carte prepagate, carte di credito, solo i pagamenti elettronici saranno ammessi. Questa legge è stata messa a punto anche per aggirare le molte truffe (facilitate dall’uso di carte carburante e dai relativi timbri).

Sono nati, però, moltissimi dubbi e molte domande e perplessità si aggirano attorno alla questione trattata. A quanto pare, le leggi sono state esplicate in maniera caotica e i diretti interessati non sanno come approcciarcisi al meglio. Su alcuni dei più rinomati quotidiani italiani, abbiamo notato vaste richieste di spiegazione di tali leggi. Si parla in essi di mancata previsione dell’obbligo di fattura elettronica per gli autocarri e l’assenza di vincoli di tracciabilità per altre spese relative ai mezzi gommati. Si parla anche di detraibilità IVA, pare che siano interessati agli obblighi di pagamenti tracciabili anche la custodia, la manutenzione, la riparazione, o il noleggio, non solo il carburante!

Tutte queste e altre ‘piccolezze’ potrebbero in effetti creare un caos, una disorganizzazione, una reale difficoltà al livello interpretativo. Dunque si chiede e si spera in un chiarimento preciso, prima dell’entrata in vigore delle leggi, il prossimo primo luglio. Se l’idea delle nuove leggi è stata di certo una buona idea, dato il livello di truffa che si stava raggiungendo velocemente, dati i timbri male utilizzati, d’altra parte adesso, si necessità di un chiarimento tempestivo, per evitare il caos, che tanto si teme. Speriamo dunque, di scongiurare il cosiddetto rischio-caos.

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Duro e puro Land Rover Defender

News – Duro e puro Land Rover Defender

Torna Land Rover Defender, il Suv che è entrato nel cuore di molti automobilisti, a partire dal 1948, data della sua comparsa. Prodotta sino al 2016, ha toccato quota due milioni di auto vendute ed è pronta a tornare ad

Pubblicato il 5 dicembre, 2019
La Baby Crossover targata Skoda è Kamiq

La Baby Crossover targata Skoda è Kamiq

Skoda Kamiq, la nuova baby crossover di Skoda, debutta con un look tutto nuovo e si aggiunge agli ultimi modelli della casa: Kodiaq, Karoq e Scala. Da quest’ultima, riprende meccanica e misure, essendo anch’essa a trazione anteriore ed avendo una

Pubblicato il 27 novembre, 2019
Eletric Intelligence Mercedes Eqc

Eletric Intelligence Mercedes presenta EQC

Mercedes EQC, arriva la prima SUV completamente elettrica della casa tedesca, targata EQ (‘Eletric Intelligence’) nuovo brand che ha debuttato per la prima volta al Salone di Parigi 2016. La nuova EQC dispone di due motori elettrici asincroni con una

Pubblicato il 22 novembre, 2019
Auto Elettriche

Auto elettriche a noleggio lungo termine

Guidare una vettura elettrica, soprattutto in una grande città, può rivelarsi una delle soluzioni migliori sia sotto il profilo economico che per il risvolto ecologico. Il noleggio a lungo termine di auto elettriche vi offre la possibilità di guidare il

Pubblicato il 15 novembre, 2019