Richiedi preventivo gratuito

Moneta elettronica per pagare il carburante? Perplessità e dubbi

Fattura elettronica per professionisti ed aziende Moneta elettronica – Dal primo luglio 2018, entreranno in vigore nuove leggi, nuove norme che prevedono l’obbligo per i professionisti e per le aziende di pagare i carburanti e gli olii combustibili con moneta

Pubblicato il 27 marzo, 2018

Fattura elettronica per professionisti ed aziende

Moneta elettronica – Dal primo luglio 2018, entreranno in vigore nuove leggi, nuove norme che prevedono l’obbligo per i professionisti e per le aziende di pagare i carburanti e gli olii combustibili con moneta elettronica. Da queste norme sono espressamente esentati i privati. Dunque, in molti dovranno salutare i timbri sulle carte carburante. Carte prepagate, carte di credito, solo i pagamenti elettronici saranno ammessi. Questa legge è stata messa a punto anche per aggirare le molte truffe (facilitate dall’uso di carte carburante e dai relativi timbri).

Sono nati, però, moltissimi dubbi e molte domande e perplessità si aggirano attorno alla questione trattata. A quanto pare, le leggi sono state esplicate in maniera caotica e i diretti interessati non sanno come approcciarcisi al meglio. Su alcuni dei più rinomati quotidiani italiani, abbiamo notato vaste richieste di spiegazione di tali leggi. Si parla in essi di mancata previsione dell’obbligo di fattura elettronica per gli autocarri e l’assenza di vincoli di tracciabilità per altre spese relative ai mezzi gommati. Si parla anche di detraibilità IVA, pare che siano interessati agli obblighi di pagamenti tracciabili anche la custodia, la manutenzione, la riparazione, o il noleggio, non solo il carburante!

Tutte queste e altre ‘piccolezze’ potrebbero in effetti creare un caos, una disorganizzazione, una reale difficoltà al livello interpretativo. Dunque si chiede e si spera in un chiarimento preciso, prima dell’entrata in vigore delle leggi, il prossimo primo luglio. Se l’idea delle nuove leggi è stata di certo una buona idea, dato il livello di truffa che si stava raggiungendo velocemente, dati i timbri male utilizzati, d’altra parte adesso, si necessità di un chiarimento tempestivo, per evitare il caos, che tanto si teme. Speriamo dunque, di scongiurare il cosiddetto rischio-caos.

Una risposta ad ogni domanda

Karina G.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

Audi 2020

Audi 2020 – Due novità e tante conferme

La casa Bavarese aggiorna il suo book di proposte con Audi 2020 Audi traccia la strada per il nuovo anno con l’annuncio di soluzioni dedicate alla mobilità e alle tecnologie di nuova generazione. Le novità più importanti della casa trapelano

Pubblicato il 21 marzo, 2020
Auto Autocarro N1

Auto Autocarro N1 – Elenco Detraibili al 100 %

Auto Autocarro N1 – il sogno diventa realtà, grazie alla detrazione totale Chi ha un’attività in proprio e sta pensando di cambiare l’automobile, non può non aver pensato ad immatricolarla come auto autocarro N1, i vantaggi sono enormi ovviamente ci

Pubblicato il 3 marzo, 2020
Be Free Pro Plus

Be Free Pro Plus – Aziendale con recesso anticipato senza penali

Scopri il noleggio aziendale be free pro plus, flessibile con recesso anticipato senza penali.  Incertezza nel lavoro, appalti di breve durata, specialmente nel noleggio a lungo termine, dove la durata non coincide con le nostre esigenze, la flessibilità aiuta a

Pubblicato il 2 marzo, 2020
Be free Plus

Be Free Plus – Il noleggio flessibile per privati

Flessibilità nella durata, è noleggio be free plus,  con riconsegna anticipata senza penali Il noleggio be free plus è la soluzione ideale per privati , non vuoi impegnarti per troppo tempo con contratti a lunga scadenza ?  credo che questo

Pubblicato il 2 marzo, 2020