Richiedi preventivo gratuito

Tesla Robot : produzione e ritmi rallentati dai robot

Innovazione penalizzata per mancanza di fattore umano. Tesla robot – La Tesla, conosciuta ai più per ricerca e tecnologia, ha collezionato negli ultimi tempi delle difficoltà in termini di produzione. Nello specifico, sottoposte all’attenzione aziendale e mediatica sono state le

Pubblicato il 11 aprile, 2018

Innovazione penalizzata per mancanza di fattore umano.

Tesla robot – La Tesla, conosciuta ai più per ricerca e tecnologia, ha collezionato negli ultimi tempi delle difficoltà in termini di produzione. Nello specifico, sottoposte all’attenzione aziendale e mediatica sono state le procedure di montaggio, essenziali alla realizzazione delle parti meccaniche nonché dell’assemblaggio delle intere vetture, figlie della casa statunitense. Gli esperti nel settore hanno individuato delle falle in quello che ahimè è proprio il punto di forza dell’azienda che da sempre si distingue per innovazione applicata ossia per l’impiego di robot, e strumentazione automatica varia, inseriti nella catena di montaggio e finalizzati alla fabbricazione delle auto stesse.

Alla base di tali dèfaillance si riconosce in definitiva l’assenza del fattore umano quantificabile nella mancanza di comunicazione tra le macchine soprattutto in corrispondenza di alcune fasi nelle quali sembrerebbe fondamentale una qualche forma di dialogo. Inoltre, anche sul versante qualitativo, il risultato prodotto dai robot mostra difetti non trascurabili e rintracciabili per esempio nella vettura Model 3. A tali conclusioni sono giunti tanto gli esperti quanto la stessa casa Tesla che, nella figura del fondatore Musk, ha confermato le défaillance implicite nell’assemblaggio dei componenti dal grande carattere di complessità non supportato sufficientemente dal sistema robotico.

A quest’ultimo viene riconosciuta l’incapacità di adeguare il ritmo di produzione alle variazioni di domanda del mercato come prova che è il fattore umano a rigenerarsi e resettarsi di volta in volta a discapito di quello meccanico che procede in funzione di una programmazione specifica e pertanto non in grado autonomamente di evolversi e adattarsi. Ne deriva che impiegare i robot in maniera totalizzante sia penalizzante in termini di costo (maggiorato) e di qualità (ridotta) e implichi il ricorso all’ingegneria umana concentrata in figure esperte e specializzate, capaci di affrontare le problematiche implicite al sistema grazie alle conoscenze e al confronto professionale e umano.

Edit by Stella S.

Potrebbero interessarti
anche questi articoli

BOLLO 2019 - SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO

BOLLO 2019

BOLLO 2019 – SCADENZE, CALCOLO E METODI DI PAGAMENTO Alle soglie del 2019 vedremo come funziona il calcolo del Bollo, come poterlo calcolare online in base ai kw, o cavalli fiscali, e alla classe ambientale. La tassa, meglio conosciuta come

Pubblicato il 12 dicembre, 2018
Amedeo Roma - Abruzzo...mi stupisci sempre.

Amedeo Roma – Abruzzo…mi stupisci sempre.

Amedeo Roma “Viaggiando in moto, spesso, capita di essere attratti lungo il percorso da luoghi poco conosciuti. Questo è quello che amo, cercare bellezze sparse in sella ad una moto” 

Pubblicato il 7 dicembre, 2018
Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni

Auto ibride: durata delle batterie e preoccupazioni degli automobilisti

Durata media batteria di un veicolo ibrido, chiarimenti e garanzie differenti Cosa preoccupa l’automobilista? Le auto elettriche sono state un’innovazione importante, ed anche le ibride si trovano alla pari delle sorelle. Ma bisogna dirlo, sono costose. Ma una volta presa

Pubblicato il 5 dicembre, 2018
Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Rapporto Istat: spostamenti e nuove mobilità degli italiani

Uno sguardo ai dati del 2017, la fotografia di un’Italia pendolare, novità e cambiamenti ‘Spostamenti quotidiani e nuove forme di mobilità’ questo il titolo dell’ultimo rapporto Istat. Un rapporto che ci regala l’immagine precisa di un’Italia in continuo movimento. 30

Pubblicato il 4 dicembre, 2018